Alcamo: Monte Bonifato dimenticato, rischio frane

0
439

Monte Bonifato abbandonato a sé stesso, rischia seriamente di diventare area altamente franosa. L’allarme arriva dagli ambientalisti: questa mattina si sono riuniti gli stati generali siciliani di Fare Ambiente che hanno effettuato un sopralluogo. A sollecitare l’iniziativa la delegazione alcamese della stessa associazione, seriamente preoccupata dal lento e inesorabile degrado che sta investendo la montagna che sovrasta la città: la scarsa manutenzione che si effettua lungo il promontorio potrebbe avere effetti irreversibili. Secondo Fare Ambiente oggi necessitano dei precisi interventi selvicolturali per via della conformazione della montagna nata come pineta artificiale. Ora sul sottobosco composto da querce stanno prevalendo le conifere che gradualmente dovevano essere eliminate.

Monte Bonifato è conosciuta non solo per la sua ampiezza ma soprattutto per la pineta e per la riserva naturale. Oltretutto alle pendici del rilievo è stata scoperta una necropoli protostorica e tracce di un antico insediamento. Un patrimonio dunque da tutelare. Una via di uscita c’è anche se, secondo gli ambientalisti, da tempo viene ignorata una legge, emanata nel 1996, che darebbe la possibilità alla Forestale, attraverso la stipula di un’apposita convenzione, di potere intervenire. Al raggiungimento di questo obiettivo vuole arrivare Fare Ambiente Sicilia che sin da subito si metterà in contatto con l’Ex Provincia e l’assessorato regionale Territorio e Ambiente.