Alcamo, MODi su sentenza CGA: “esitazione e perplessità”

L’associazione alcamese MODi esprime “esitazione e perplessità” nei confronti della sentenza del CGA, emessa in merito al riconteggio dei voti relativi alle elezioni amministrative del 2012 ad Alcamo. In una nota, diramata dall’associazione, si legge:

“Infatti, subiamo la profonda contraddizione generata dall’esito della sentenza e dal contemporaneo svolgimento di due processi a Trapani a conclusione di indagini della Procura Della Repubblica sul voto di scambio ad Alcamo.

Tuttavia, a noi cittadini ancora fiduciosi nelle istituzioni, questi avvenimenti non ci privano della possibilità di riflessione sul dato politico, cioè, l’assenza di efficace governo della città, l’incapacità ad amministrare la cosa pubblica per il bene di tutti offrendo servizi adeguati ed evitando, in un momento così drammatico, spreco di denaro pubblico.

 Tutti gli aspetti che caratterizzano il mal governo della città sono stati più volte denunciati da MODi con convinzione e con azioni importanti.

 Poiché riteniamo che nessun cittadino debba accettare condizioni di mal governo e di gestione improvvisata e spesso anche incontrollata della città, fino a sentire lo sconforto derivante dall’abbandono delle istituzioni, MODi è pronta ad intraprendere un percorso propositivo con le associazioni, i movimenti e i liberi cittadini che vogliano costituirsi quali forze civiche promotrici di un reale cambiamento, che rompa definitivamente con logiche clientelari e assistenzialistiche”.