Alcamo marina, nascerà un grande albergo dove sorgeva la Petrolgas

0
516

Un ultimo adempimento da parte del Comune di Alcamo, previsto per la settimana entrante con definitivo nulla osta da parte della giunta,  per potere dare il via al grande progetto che ha come finalità l’incremento delle presenze turistiche. Ma non solo poiché si procederà al  risanamento ambientale  di una grande area dove sorgeva ad Alcamo Marina la “Petrolgas”. Quindi la realizzazione di una struttura alberghiera a quattro stelle con 50  camere e 130 posti letto. E ancora l’assunzione del personale con benefici per l’occupazione e  l’indotto sotto forma di vari servizi come le forniture etc… Un anno e mezzo per potere finalmente tagliare il traguardo. Un anno e mezzo caratterizzato da conferenza di servizi con vari organismi come l’Asp, i vigili del fuoco, la  Sovrintendenza e il Comune per mettere a punto gli ultimi adempimenti. Più la presentazione di vari carteggi da parte degli imprenditori che hanno deciso di investire su Alcamo Marina, che negli ultimi anni ha fatto registrare incremento di presenze e non solo dall’Italia.. Insomma è caccia ai posti letto e il nuovo albergo contribuirà a far aumentare le presenze con tutti i benefici economici che porta il turismo.  Il definitivo nulla osta è stato assicurato dal Comune di Alcamo agli imprenditori nella prima riunione di giunta della settimana entrante. Ed è  il gruppo di imprenditori di dell’Hotel la Battigia che si è intestato il programma per realizzare il nuovo albergo. Un impegno finanziario notevole da parte di privati. Se tutto procede come da programmi i lavori  inizieranno nei primi mesi del nuovo anno.  Durata prevista dei lavori un anno e mezzo. Il nuovo albergo sorgerà su un’area di 9 mila metri quadrati. Alcamo Marina e soprattutto l’Hotel la “Battigia” sono molto ambiti dai turisti poiché sono praticamente a mare.  La realizzazione del nuovo albergo, dove sorgeva la Petrolgas, consentirà la creazione di almeno 50 posti di lavoro. Alcuni anni fa si parlò anche di una grande struttura alberghiera da realizzare nell’ex  Sicilmarmi di contrada Magazzinazzi. Interessato il gruppo Hilton. Ma poi nonostante annunci su quotidiani non se ne fece più nulla. Da oltre un anno e mezzo, richiesta 500 mila euro, i proprietari dell’ex Motel Beach ridotto ad un rudere cadente, stanno tentando di vendere un immobile, inaugurato nel 1692 che rappresentò la lungimiranza della mafia nel settore turistico. Venne realizzato dalla famiglia Rimi. Poi sottoposto a sequestro e oggi appartiene agli eredi. L’albergo nell’ex Petrolgas sarà dotato di tutti i confort  anche con un comodo accesso al mare a piedi per gli ospiti e gli imprenditori realizzeranno a proprie spese viali, panchine e pubblica illuminazione.