Alcamo, la città contro la violenza sulle donne

0
423

Alcamo città contro la violenza sulle donne. E questa posizione sarà rafforzata con una targa che verrà apposta in uno degli ingressi della città e precisamente all’accesso di Via Veronica Lazio. Il via libera è arrivato dalla giunta guidata dal sindaco Sebastiano Bonventre che ha deciso di volere in questo modo ribadire un impegno che va avanti da molti anni sul versante di questa delicata tematica. “La violenza contro le donne – è la motivazione di questa iniziativa – ha assunto proporzioni così allarmanti da richiedere di essere posta tra le priorità delle azioni programmate dai Comuni. Il problema delle donne sottoposte a violenza ed abusi ogni giorno non riguarda soltanto loro, ma l’intera collettività e, come tale, va affrontato aumentando il livello di sicurezza nei confronti dei cittadini e in particolare delle donne e ponendo al centro dell’attenzione il valore della dignità femminile”. Proprio recentemente il governo cittadino ha oltretutto rinnovato la convenzione con l’associazione “Le Pleiadi” per la gestione dello sportello antiviolenza che si trova nei locali dell’Urp di corso 6 aprile. Per l’amministrazione comunale una necessità questo provvedimento in quanto ancora esiste in città ed è molto radicato il fenomeno della violenza sulla donne, specie quella che si consuma tra le quattro mura del nucleo familiare. “Tale fenomeno continua ancora l’esecutivo alcamese – ha profonde cause culturali che vanno contrastate attraverso la prevenzione, il sostegno ai centri antiviolenza, la promozione di una cultura del rispetto e valorizzazione del ruolo che le donne hanno assunto nella nostra società”. Oltretutto in vista del 25 novembre-Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, l’amministrazione comunale ha organizzato nei giorni precedenti un fitto programma di appuntamenti che prevede presentazione di libri e incontri-dibattiti sul tema della violenza sulle donne. “Si intende realizzare – aggiunge l’amministrazione nella delibera -iniziative che possano ricordare la necessità di osteggiare tutte le forme di violenza e in particolare la “tratta” delle donne e lo sfruttamento delle donne di ogni nazionalità”. Attraverso lo sportello antiviolenza il Comune ha promosso, organizzato e gestito eventi e manifestazioni culturali, di vario genere ritenuti opportuni per il raggiungimento degli scopi sociali, e aderito anche ad altri organismi di cui si condividono le finalità e i metodi, oltre alla collaborazione con enti pubblici e privati al fine del conseguimento delle finalità statutarie. L’associazione Le Pleiadi in questi tre anni ha attivato una rete si sostegno che può contare su preparati professionisti che si aggiornano costantemente sulle tematiche legali, psicologiche, psicoterapeutiche e dei servizi sociali. Oltretutto Le Pleiadi ha costruito negli anni una rete diffusa di relazioni con altri Centri Antiviolenza ed è partner del Cds Coordinamento Donne Siciliane, rete regionale dei centri antiviolenza, e del progetto “Stop Sistema Territoriale Operazione Prevenzione”.