Alcamo: incontro tra il M5S e l’assessore Enzo Coppola.

0
324

Gli attivisti del MoVimento 5 Stelle e l’assessore all’urbanistica del comune di Alcamo, Enzo Coppola, hanno tenuto un incontro, come richiesto dallo stesso assessore, per discutere della revisione del Piano Regolatore Generale.

Nell’incontro avuto lunedì si è discusso dell’iter di revisione  dello strumento urbanistico che è ormai giunto alla fase concreta in cui le direttive approvate dal Consiglio Comunale vengono trasformate in documenti tecnici.

L’assessore Coppola ha esposto, agli attivisti penta stellati, le attività concluse dalla Giunta e l’iter che dovrà seguire alla redazione, da parte dei tecnici incaricati, degli elaborati di revisione del vecchio strumento urbanistico.

Il confronto è stata un’ottima occasione, sottolineano gli attivisti del movimento,  per ribadire e sottolineare quali punti condivide e quali, invece, rappresentano una mera manifestazione di interessi di pochi, e non della comunità cittadina.

In particolare, la limitazione del territorio edificabile, continua il movimento 5 stelle,  rappresenta senza dubbio un tema assolutamente apprezzabile, volto ad evitare ulteriori interventi di cementificazione della nostra città, come sta avvenendo per la zona pedemontana.

Secondo gli attivisti, alla città di Alcamo non serve un PRG che aggredisca i terreni agricoli e che consenta ulteriore consumo di suolo, ma uno strumento che faciliti il recupero urbanistico anche in centro storico; uno strumento che dia regole chiare ma che non sia di ostacolo alla realizzazione di nuove attività commerciali, artigianali e soprattutto di accoglienza turistica di piccola dimensione.

Il nuovo strumento non deve rappresentare l’occasione per pochi di modificare le regole a proprio vantaggio, vanificando gli sforzi di chi lotta per un territorio che abbia uno strumento funzionale e adeguato al momento economico, ma che, allo stesso tempo, garantisca uno sviluppo sostenibile.

Il Movimento 5 Stelle seguirà con attenzione i lavori, intervenendo ogni volta che sarà necessario, sia con proposte concrete raccolte tra tutti i sostenitori ed i cittadini, sia con una pressante azione di monitoraggio sull’avanzamento e il contenuto della revisione del PRG.