Alcamo-Incidente Ss.119, per Trupiano si invoca un “miracolo”

Un barlume di speranza che va sempre più accendendosi. Anche la notte appena trascorsa per l’alcamese Pierluigi Trupiano è stata relativamente tranquilla. Notizie che arrivano dall’ultimo bollettino medico del Civico di Palermo dove il campione di rally è ricoverato dallo scorso 8 dicembre a seguito di un incidente stradale avvenuto ad Alcamo sulla statale 119, nel tratto che collega la città con Gibellina. Secondo quanto sostengono i sanitari che lo hanno in cura, e che continuano a considerare il quadro complessivo ancora grave, questa stabilità clinica è da leggere come un segno positivo considerate le tantissime criticità che presentava Trupiano al suo ricovero. L’uomo continua a rimanere ancora in coma farmacologico considerate anche le diverse fratture riportate e su cui si dovrà intervenire successivamente in altro reparto. “Continuo a chiedervi di non smettere di pregare e pregare forte – afferma in un messaggio su facebook Marcus Salemi, grande amico di Trupiano con cui condivide la passione per il rally -, questo Natale abbiamo bisogno di questo miracolo, abbiamo bisogno di lui”. Ancora quindi si continuano a considerare estremamente critiche le condizioni del cinquantenne tanto che una sua eventuale ripresa viene considerata per l’appunto come un “miracolo”. Trupiano era in sella alla sua moto di grossa cilindrata, una Bmw, in compagnia di una donna, la partinicese Patrizia Puleo di 45 anni, anche lei in condizioni critiche ricoverata all’ospedale Civico di Palermo. Per quest’ultima però ci sono notizie ancora più confortanti: infatti ha superato il delicato intervento chirurgico a cui è stata sottoposta. La donna, che si trova anch’essa ancora in coma farmacologico, è stata operata al bronco ed ha reagito bene. Ha riportato anche diverse fratture ed un trauma cranico nella rovinosa caduta sull’asfalto dopo che la moto su cui viaggiava, guidata da Trupiano, è andata ad impattare contro un’auto che viaggiava nella corsia opposta. La prognosi della Puleo resta ovviamente ancora riservata ma questo primo scoglio superato fa ben sperare l’equipe medica del nosocomio palermitano. Per quanto riguarda la dinamica dell’incidente è stato riscontrato che l’automobilista, che proveniva da Gibellina in direzione Alcamo, non ha dato la precedenza invadendo la corsia opposta nel tentativo di imboccare una strada limitrofa e da qui è nato l’impatto. Per questo motivo i caschi bianchi gli hanno elevato una multa per la violazione al codice della strada di mancata osservazione della precedenza. Restano però da chiarire anche altri aspetti della vicenda. Pare che la moto guidata da Trupiano andasse a forte velocità, ma questo è un elemento che ancora dovrà essere riscontrato.