Alcamo, in via Balduino non cambia nulla: ok ai parcheggi. Strada sempre soggetta a caos

0
1618

Si potrà continuare a parcheggiare in via Balduino, la trafficatissima ma stretta traversa dei corso dei Mille, ad ovest di Alcamo, che necessita certamente di essere inserita fra gli aspetti più importanti del nuovo piano urbano del traffico. I residenti, infatti, erano andati sul piede di guerra perché sono spuntati i cartelli di divieto di sosta togliendo quelle già minime possibilità di parcheggio nei pressi delle loro abitazioni. Dal comando della polizia municipale fanno però sapere che nulla è cambiato e che è stato il vento a scoprire una segnaletica, coperta fin dall’inizio con il cellophane, e mai entrata in vigore. Al più presto si interverrà quindi sui cartelli.

Non cambia nulla quindi in questo stretto budello importantissimo per la circolazione veicolare che qui è davvero costante e intensa. Dopo una serie di incontri fra residenti e commercianti della zona con l’attuale amministrazione comunale, nel 2018 venne diramata un’ordinanza che istituiva il prolungamento del senso unico in tutto il corso dei Mille eliminando il dopo senso nell’ultimo tratto, la svolta obbligatoria a destra in via Berlinguer per chi scendeva da via Balduino e il senso unico, soltanto a salire, da quella stretta e pericolosa stradina che giunge alla 113. Proteste di alcune attività commerciali e di alcuni residenti con comitati prima compatti e poi spaccatisi.

Morale della favola l’ordinanza, dopo un breve di prova, ritornò nei cassetti, non entrò mai effettivamente in vigore nonostante il Comune avesse provveduto ad acquistare ed installare la relativa segnaletica. Così, in via Balduino, in alcune ore della giornata, si verifica un caos indescrivibile. Qualcosa dovrà essere fatto con il nuovo piano urbano del traffico ma i tanti problemi potrebbero risolversi soltanto quando verrà realizzato il collegamento fra le due statali, la 113 e la 119, una mega opera progettata e finanziata dall’ANAS e che rischia, come tante altre, di finire nel dimenticatoio mentre Alcamo affoga nello smog e nel caotico traffico.