Alcamo-Feste di Natale tra tradizione e spettacoli

Vigilia di Natale, una festa la più bella dell’anno, che riesce a riunire famiglie e programmare tanta solidarietà.  Una festa che il mondo cattolico celebra per rievocare la nascita di Gesù. Questa sera chiese aperte ad Alcamo per le Sante mese notturne, che fanno registrare una grande partecipazione. Ma prima tutti a tavola per il tradizionale cenone. Ad Alcamo la tradizione vuole che a fare la parte del protagonista sia lo sfincione. Sasizza e cavuliceddi,  cassatelle un tempo erano i cibi principali. Oggi forse lo sfincione non manca sulle tavole, ma il menù è molto variegato. Domani pranzo con amici e parenti con tavole abbondantemente imbandite e poi l’apertura dei regali. Regali utili perché in tempi di crisi economica non si punta al superfluo. Grande attesa da parte dei bambini verso i quali tutti, ed è giusto che sia così, rivolgono le più affettuose attenzioni. Ma sono molti coloro che in queste giornate mettono in campo iniziative di solidarietà per non far sentire soli chi soffre o si trova in gravi difficoltà economiche.  Nel periodo natalizio tanti i presepi privati. Tanti gli alberi di Natale. Tradizioni antiche quelle dei presepi e degli alberi di Natale che vanno assolutamente salvaguardate perché fanno parte del patrimonio della nostra cultura e della cristianità. Ad Alcamo già da una decina di giorni sono state tante le manifestazioni messe in campo dalle scuole, associazioni private, dalla Pro loco e anche dal Comune di Alcamo. Realizzati bellissimi presepi come quello della via Montesanto della famiglia Federico.  Da non perdere anche il presepe etnoantropologico all’interno della chiesa di San Francesco d’Assisi con attrezzi degli antichi mestieri, che pazientemente ha raccolto, grazie alla collaborazione dei privati padre Pasquale Lima. E Cicerone d’eccezione un pensionato di 94 anni che alla chiesa di san Francesco ha spiegato ogni giorno a varie scolaresche come venivano realizzati e a che cosa servivano questi attrezzi. E poi tantissimi privati , collezionisti di presepi, hanno aperto le porte alle persone grazie all’iniziativa del Comune. Ieri sera nel corso stretto in funzione le casette per i mercatini di Natale con tante corografie rappresentate dalle luminarie e dagli alberelli di Natale. Gazebo per i mercatini già in funzione da domenica scorsa in piazza Bagolino. Ma vediamo quali sono gli appuntamenti di oggi 24 dicembre. Come dicevamo dalle 23 Sante messe. Si potrà visitare il Villaggio di Babbo Natale, installato alla Galleria del Corso, giro per le vie cittadine del trenino di Natale, manifestazione di musica acustica nel corso stretto, pupazzi da legare e presenza di Patacca e Marrì Marrì dalle 17,30 in piazza Ciullo, alle 17 esibizione degli zampognari nel centro storico. Domani e lunedì presepe vivente nel parco sub urbano san Francesco e dalle 16 alle 20 del giorno di santo Stefano manifestazione ciclistica con circuito cittadino e partenza da piazza Ciullo. Sempre il 26, concerto di musica live dalle 23 in piazza Ciullo, mentre alle 19 nella chiesa Madre esibizione del coro Mater Dei con musiche natalizie.  Questi i principali appuntamenti di oggi, domani e dopodomani, favoriti dal bel tempo, ricordando che le manifestazioni natalizie si concluderanno il 14 gennaio con uno spettacolo teatrale al Cielo d’Alcamo. Da parte nostra auguri di Buon Natale a tutti.