Alcamo-Festa della Madonna dell’Alto, grande partecipazione

0
624

Grande partecipazione ai riti in onore della Madonna dell’Alto, che si svolgono nella chiesetta realizzata in cima al monte Bonifato,  e che si concludono oggi. Una tradizione molto sentita dal cattolicissimo popolo alcamese con pellegrinaggi a piedi per sciogliere un voto e con chiesa piena per le funzioni religiose. Una tradizione che bisogna mantenere e ripetere ogni anno come le tante altre che animano chiese e parrocchie. Conservare la memoria è la garanzia per il futuro. Si va spegnendo invece la tradizione delle vampe che fino ad una quarantina di anni fa si facevano nelle strade e nelle piazze. Edicola votiva aperta e persone in preghiera davanti al quadro della Madonna dell’Alto nell’omonima via che si trova in un angolo di piazza Bagolino. Un tempo la via Madonna dell’Alto veniva addobbata a festa nei giorni che precedevano l’otto settembre e la sera gli abitanti della zona si riunivano per recitare il santo rosario. Alcuni anni fa dall’edicola venne rubato l’antico quadro raffigurante la Madonna. Un vera opera d’arte della quale si sono perdute le tracce. Il quadro venne poi sostituito con uno uguale al precedente ma che chiaramente non ha quel valore storico. Stamane sul monte Bonifato di Alcamo celebrazioni eucaristiche alle 7 e alle 8,30 in occasione della Festa della natività di Maria Santissima dell’Alto. Alle 10 c’è stata  la consacrazione dei bambini e delle mamme in attesa. Alle 11 celebrazione eucaristica presieduta dal vicario zonale don Franco Finazzo.  Alle 12 si è svolta la processione, alle 16 recita di poesie dialettali e premiazione a seguire il rosario e la celebrazione eucaristica. I festeggiamenti sono stati organizzati da don Enzo Santoro e don Mariano Viola e dalla Congregazione Maria Santissima dell’Alto. I riti sono  iniziati  con il pellegrinaggio del 26 agosto partito dalla chiesa del Sacro Cuore di Gesù.