Alcamo-Festa dei Morti, tra tradizione e devozione

Grande partecipazione dei siciliani alla commemorazione dei defunti con i cimiteri che diventano luoghi di pellegrinaggio. La Festa dei Morti è una ricorrenza sentita dove si intrecciano devozione e  tradizione. Una ricorrenza che risale al X secolo. Si narra che anticamente nella notte tra l’1 ed il 2 novembre i defunti visitassero i cari ancora in vita portando ai bambini dei doni. Ma oggi i doni arrivano tutto l’anno. Fino a qualche anno fa il giorno del Primo novembre i bambini, accompagnati dai genitori, si fermavano davanti alle tombe dei propri cari per chiedere il dono. Che arrivata la mattina del due novembre. Tante le fiere in varie città dove acquistare i doni per i bambini, oggi molto più smaliziati. Tradizionali in questo periodo sono la frutta di martorana e Pupi ri zuccaru statuette di zucchero con varie figurazioni. Importata dall’America oggi in tanti festeggiano anche in Italia la festa pagana di Halloween, in cui sin dal tardo pomeriggio e fino a notte fonda i ragazzini organizzano party, balli e gare. Indossano maschere macabre e mostruose e vanno in giro con cestini chiedendo dolcetti ai vicini di casa. Una festa, quella di Halloween, che per molti giovani si trasforma nell’ennesima occasione per bere cascate di alcolici e assumere droghe. Fare baldoria. Insomma una movida selvaggia e fuorilegge dove mancano i controlli e dopo questo tipo di feste, la mattina seguente da tutta Italia arrivano veri e propri bollettini di guerra per gravissimi fatti di violenza. La Festa dei Morti si caratterizza anche per l’acquisto di fiori: ad Alcamo  da un euro in su e dei lumini che vengono accesi sulle tombe, mentre messe vengono celebrate in chiese cimiteriali pubbliche e private. Già ad Alcamo sono scattati divieti nella via Spirito Santo  domani e dopodomani funzionerà un servizio di bus navetta soltanto in prossimità dei cimitero dalle 8 alle 17,30: dalla via Spirito Santo sino all’ingresso del camposanto. Servizio di trasporto riservato ad anziani e portatori di handicap. Non ci sarà il servizio di bus urbano, molto importante, che partiva da piazza della Repubblica e dopo avere attraversato le vie principali si fermava, sia per l’andata che per il ritorno, in prossimità del viale di accesso del Cappuccini Vecchi.  L’apertura dei cimiteri ad Alcamo  è prevista dalle 7.30 e ininterrottamente sino alle 17,30. Nonostante la giornata festiva si svolgerà regolarmente domani mattino il mercatino settimanale di contrada Tre Santi.