Alcamo-Emergenza rifiuti rientrata, altra bonifica straordinaria

0
408

Rientra dall’emergenza rifiuti Alcamo. Dopo tre terribili settimane proprio oggi è stata completata la bonifica del territorio con il recupero regolare dei sacchetti di spazzatura dell’indifferenziato. Ieri pomeriggio il secondo turno di raccolta straordinario, dopo il primo programmato nel centro storico 48 ore prima, nella parte ad ovest della città, la cosiddetta “zona azzurra” ad ovest per l’appunto di via Vittorio Veneto. E’ stata recuperata la spazzatura dell’indifferenziato che non era stata prelevata nei giorni scorsi a causa dei turni di raccolta saltati per via dell’enorme rallentamento per lo smaltimento degli autocompattatori alla discarica di Trapani. “Con il turno di questa mattina di raccolta di indifferenziato – afferma l’assessore all’Ambiente del Comune di Alcamo, Roberto Russo – la criticità è stata superata, grazie anche al potenziamento dei mezzi messi in campo. Entro oggi tutto il territorio comunale sarà ripulito. Confido nell’impegno di tutti i concittadini a sensibilizzare, monitorare e segnalare eventuali criticità”. La fuoriuscita da questa emergenza è stata possibile grazie alla regolarità con la quale Alcamo ha potuto conferire in discarica contrariamente invece ai giorni scorsi con compattatori pieni di immondizia costretti a ritornare in città per via dei limiti di conferimento nella discarica di Trapani. La preoccupazione sta proprio attorno al sito di contrada Borranea, dove conferiscono quasi tutti i Comuni del trapanese ed alcuni anche del palermitano, che è a rischio di saturazione: “Se l’accesso alla discarica resterà regolare – evidenzia l’assessore Russo – avremo un servizio altrettanto regolare per le prossime settimane”. In questi giorni di raccolta straordinaria, al netto del prelievo dell’immondizia del turno di giornata, dalle strade di Alcamo sono state recuperate qualcosa come una quarantina di tonnellate di spazzatura che per l’appunto erano rimaste per strada soprattutto nel centro storico e nelle periferie dove per ben due settimane consecutive non è stato effettuato il ritiro di indifferenziato, quindi ben 6 turni consecutivi. Proprio riguardo a questa emergenza rifiuti l’europarlamentare alcamese Ignazio Corrao ha affermato di avere ieri integrato ulteriore documentazione alla Procura di Palermo alle denunce fatte da sindaci ed esponenti istituzionali in genere rispetto alle responsabilità per questa grave emergenza igienico-sanitaria che si è venuta a creare: “Ci sono enormi responsabilità da parte di una politica siciliana incapace e asservita a poteri deviati – ha evidenziato Corrao -. Metteremo in azione tutti i mezzi necessari per risolvere l’emergenza rifiuti senza fare regali a speculatori della nostra salute senza scrupoli”.