Alcamo e Castellammare, commissariati di polizia ridotti all’osso: la denuncia della Cgil

Pochi poliziotti ed il latitante di mafia numero uno al mondo originario di questo territorio dove, chissà, è possibile che si nasconda. E’ lo specchio della provincia di Trapani dove le forze dell’ordine continuano a soffrire di una forte carenza d’organico. Pochi agenti penitenziari e pochi poliziotti alla questura e nei commissariati, un leitmotiv che si ripete ciclicamente.

A rilanciare il problema è la Silp Cgil che con numeri alla mano evidenzia come addirittura negli ultimi 3 anni siano venuti meno all’incirca un centinaio di poliziotti nel trapanese mai rimpiazzati. Organici sottodimensionati vengono segnalati ad Alcamo dove vi sono 44 unità in servizio e a Castellammare del Golfo con 32 uomini.