Alcamo-Due sessioni di consiglio comunale, si parla di isola pedonale

Fari puntati sul centro storico e sull’isola pedonale. Questo sarà sicuramente il filo conduttore delle due prossime sedute di consiglio comunale convocate ad Alcamo per il 5 e il 12 ottobre prossimi, con convocazione della prima seduta fissata in entrambi i casi alle 18. Lunedì 5 si affronterà tra le interrogazioni quella presentata da Abc e “Alcamo cambierà” sullo studio di dettaglio del centro storico: l’amministrazione comunale sarà chiamata a spiegare quale idee di sviluppo ha per il cuore pulsante della città nell’ottica di sfruttare la recente legge regionale che garantisce opportunità di investimenti per la rimozione delle situazioni di degrado. Il 12 ottobre ci saranno invece due diverse mozioni di indirizzo da affrontare: una riguarda la valorizzazione del centro storico con particolare interesse per il corso 6 Aprile, nel tratto interdetto al momento al traffico veicolare sottoscritta da ben 13 consiglieri, e un’altra invece porta come intestazione semplicemente “isola pedonale”. Discussioni di una certa importanza perché dovrebbero quantomeno portare a capire con maggiore certezza cosa realmente l’amministrazione comunale vuole fare dell’isola pedonale. Ad oggi si sono rincorse voci e smentite da un giorno all’altro e non è un mistero che all’interno del Movimento 5 Stelle, al governo della città dal giugno scorso, ci sono anche delle diverse posizioni che sono più o meno sostanziali. Resta di fondo la spaccatura tra i residenti ed i commercianti, con opinioni differenti tra chi vorrebbe continuare ad avere l’isola pedonale e chi invece, specie gli esercenti, vorrebbero invece che fosse eliminata. Un’eterna querelle che ad oggi non è riuscita a trovare una soluzione che possa avvicinare tutte le parti in causa. Per il resto in questa due giorni di sessioni di lavoro all’interno del civico consesso si discuterà anche del piano regolatore generale in attesa che venga portata avanti la revisione, e poi ci sarà la solita sfilza di debiti fuori bilancio.