Alcamo-Droga e fucile in casa: ai domiciliari un’anziana, dietro un’organizzazione?

????????????????????????????????????

Droga e armi nascoste in un terreno vicino casa. A scoprirle la polizia del commissariato di Alcamo che ha arrestato una donna, Rosa Casto di 57 anni. Nella sua disponibilità, secondo quanto sostengono gli agenti, sono stati trovati un grande quantitativo di sostanza stupefacente, un fucile e diverse munizioni. Per la donna si sono aperte le porte del carcere: l’accusa nei suoi confronti è di detenzione illegale di arma alterata, ricettazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. L’operazione del commissariato è scattata a seguito di una serie di riscontri investigativi che sono stati raccolti nel tempo dagli agenti che avevano messo gli occhi sull’anziana. Da qui il blitz nella sua abitazione: i poliziotti hanno fatto irruzione e dopo aver setacciato palmo a palmo la casa sono venuti fuori subito i riscontri. Nel terreno di pertinenza della casa sono stati trovati, ben occultata, qualcosa come 2 chili di marijuana. Ma le sorprese non sono finite qui: infatti è stato rinvenuto un fucile automatico a pompa a canne mozze e con il calcio modificato al fine di aumentarne la potenzialità offensiva, insieme con 24 cartucce calibro 12. Per la donna è scattato dunque l’arresto in flagranza di reato. I poliziotti sono convinti che comunque ci sia qualcun altro dietro la donna che possa gestire in qualche modo un ingente traffico di stupefacenti e di armi. Ecco perché il commissariato ha avviato degli ulteriori accertamenti anche per capire se l’arma si stata mai utilizzata e la sua provenienza. Sul fronte del contrasto allo spaccio di droga questa è l’ennesima operazione che viene messa a segno ad Alcamo negli ultimi mesi. Un’altra appena qualche giorno fa che ha portato all’arresto, con tanto dio inseguimento, di Michele Del Giudice, 27 anni, beccato mentre dal finestrino dell’automobile lanciava un pacco con mezzo chili di marijuana. Solo per citare le ultime operazioni più imponenti il commissariato ha smantellato nel marzo scorso un’organizzazione che operava a cavallo tra il comprensorio alcamese e quello partinicese: il bilancio parla di 10 chili di marijuana sequestrati, due arresti e altrettante denunce. Sempre nel marzo scorso è scattato un altro arresto con perquisizione domiciliare che ha portato al ritrovamento di 70 dosi di marijuana. Poi ancora la polizia appena qualche settimana fa ha arrestato un pregiudicato trovato con ben 130 dosi di droga in auto. Per non parlare poi dei 13 chili di droga che sono stati scovati nell’ambito dell’operazione antimafia “Freezer” scattata lo scorso febbraio. Importanti anche i riscontri avuti dai carabinieri: l’operazione più importante sicuramente quella che ha portato in carcere Francesco Domingo, alcamese di 33 anni, con un trascorso burrascoso e tanti anni di galera con la pesantissima accusa di omicidio e soppressione di cadavere: a lui i militari hanno trovato un chilo e 650 grammi di marijuana.