Alcamo-Domani l’appuntamento cardine dell’anno per i Testimoni Geova

0
466

Una comunità che ad Alcamo è cresciuta in mezzo secolo di vita e si è radicata diventando una vera e propria realtà sociale. Sono i Testimoni di Geova che come oramai da oltre un decennio anche quest’anno rinnovano la loro tradizione di un’uscita pubblica al Centro congressi “Marconi” di Alcamo nel periodo pasquale. Domani, martedì 11 aprile alle 20, sarà commemorata la morte di Gesù Cristo che per i Testimoni di Geova è la più importante celebrazione di questa confessione cristiana. La celebrazione avrà inizio con un canto e una breve preghiera. Dopo di che un ministro di culto pronuncerà un discorso che illustrerà le ragioni per cui Geova Dio mandò suo Figlio sulla terra a morire per tutta l’umanità. Durante questa celebrazione saranno passati fra i presenti pane non lievitato e vino rosso, che i testimoni di Geova usano come simbolo rispettivamente del corpo e del sangue del Figlio di Dio. Ad Alcamo una tradizione che si rinnova.

Al di là di questo singolo appuntamento ad Alcamo è molto intensa l’attività dei testimoni di Geova che settimanalmente si riuniscono due volte a settimana nella “Sala del regno” di Cortile Agate ad Alcamo, nel quartiere di corso dei Mille. Attività che vengono aperte a chiunque e non solo ai loro fedeli.

Da circa 50 anni i Testimoni di Geova sono presenti ad Alcamo e nel tempo hanno avuto modo di apprezzare  l’evoluzione della società locale che, nonostante le fisiologiche resistenze, ha dimostrato la sua apertura e questo ha contributo a farli crescere anche numericamente.