Alcamo: disservizi alla raccolta differenziata, partono verifiche

0
347

Il Comune ha disposto gli accertamenti di merito in seguito alle tante segnalazioni pervenute da parte dei cittadini su presunte disfunzionalità relative al servizio di raccolta rifiuti porta a porta. Si sono già attivate le prime verifiche e al riguardo l’ufficio Ambiente ha avviato i dovuti controlli per appurare le motivazioni di questi disservizi. A finire quindi nell’occhio del ciclone è l’Aimeri Ambiente, la società che per l’appunto gestisce il servizio di raccolta e smaltimento dell’immondizia ad Alcamo. “Si specifica – sostiene l’assessore all’Ambiente Salvatore Cusumano – che, qualunque sia la natura e la motivazione del disservizio si tratta di episodi del tutto circostanziati”. In una lettera aperta l’assessore si scusa con la cittadinanza e lancia un appello: “La cittadinanza è sempre attenta e sensibile alla raccolta differenziata tanto che Alcamo è un Comune virtuoso in questo senso – si legge -. Invito pertanto gli alcamesi a continuare la differenziata dei rifiuti senza che tali spiacevoli e sporadici episodi possano compromettere i pregevoli risultati raggiunti nell’ultimo periodo”. Proprio recentemente il Comune di Alcamo ha lanciato un progetto sperimentale, in collaborazione con il soggetto gestore del servizio di raccolta rifiuti Aimeri Ambiente, e la finalità è la promozione della raccolta differenziata, riconoscendo un premio in termini economici di riduzione della tassa del servizio smaltimento rifiuti a favore dei cittadini che si distingueranno in merito alla differenziata. Potranno beneficiare della riduzione (richiesta annualmente dall’interessato, presentando idonea documentazione entro il mese di gennaio dell’anno successivo ed operativa mediante compensazione alla prima scadenza) solo le utenze domestiche iscritte a ruolo presso il Comune di Alcamo e in regola con i pagamenti. Nello specifico, si riconoscerà alle utenze, una riduzione della parte variabile dell’imposta per un importo che va da 50 a 100 euro; la somma complessiva che l’amministrazione mette a disposizione per l’iniziativa è di 80 mila euro.