Alcamo: direttive Prg, ok del consiglio comunale

0
380

Alcamo – Via libera all’unanimità del consiglio comunale di Alcamo sulle direttive generali per la rielaborazione del piano regolatore generale. Ieri sera il civico consesso ha approvato la manovra che ora approda nelle mani dell’amministrazione comunale chiamata a redigere il Prg di massima essendo quello vigente scaduto da tempo. Le direttive, che sono state elaborate dai consiglieri comunali, dal mondo imprenditoriale e dell’associazionismo di categoria e non solo, vertono quasi esclusivamente sullo sviluppo turistico del territorio. In particolare gli input sono stati quelli di dare maggiore attenzione alle periferie della città, in molti casi si è parlato di garanzia le necessarie opere di urbanizzazione primaria e secondaria. Nel contempo, sempre in chiave di potenziamento della ricezione turistica, sono arrivate indicazioni nell’ampliamento delle aree per la realizzazione di insediamenti alberghieri, e di potenziamento della rete viaria indicata come carente in diverse zone della città. Non potevano mancare poi, in quest’ottica, le segnalazioni sulle condizioni disastrose sul piano paesaggistico-ambientale di Alcamo  marina: tra le direttive la necessità della realizzazione delle retri idriche e fognari e di idonei sistemi di smaltimento dei reflui. Il consigliere comunale Alessandro Calvaruso ha invece sottolineato l’importanza di creare appositi percorsi turistici che inglobino cantine vitivinicole, castelli e monumenti. Sono anche stati approvati diversi emendamenti presentati tra gli altri dal consigliere Ignazio Caldarella, che vertono sulla possibilità di edificare anche nelle zone agricole a certe condizioni,  dalla III commissione consiliare e dai gruppi di Abc e Area Democratica. “L’importante – ha precisato Calvaruso – è che l’amministrazione lavori ad un piano regolatore di massima che non sia un elaborato dei sogni. Servono infatti interventi mirati e per far ciò, considerate le poche risorse finanziarie nelle casse del Comune, sarebbe necessario un piano di alienazione degli immobili non utilizzati dall’ente municipale per venderli e trovare quindi adeguate risorse economiche”. Soddisfatto l’assessore all’Urbanistica Enzo Coppola che ha fatto un plauso al suo predecessore, Ferdinando Trapani, artefice di queste direttive e degli incontri promossi con le categoria sociali ed economiche.

Ora la palla passa quindi all’amministrazione comunale che sarà chiamata a redigere il Prg di massima e che a sua volta dovrà essere trasmesso al consiglio comunale per l’esame e l’approvazione, prima della trafila burocratica alla Regione. Nella seduta di ieri affrontate diverse interrogazioni e mozioni. Tra le più importanti analizzate quella presentata da Calvaruso, approvata all’unanimità, che impegna l’amministrazione ad applicare uno sgravio fiscale a quelle imprese che assumono personale attinto dalla liste di collocamento.

Have a bowl of jelly beans on one end
burberry schal China Xiniya Fashion’s CEO Discusses Q4 2012 Results

main 4 excellent reasons to use corporate and business put in your ecommerce store
woolrich jassen damesThe Political Tee Shirt to Make a Statement