Alcamo: debiti fuori bilancio, cifre record

Ogni famiglia alcamese deve sobbarcarsi sulle spalle un debito del Comune verso terzi ogni anno di circa 30 euro. Dal 2011 sino a questa prima metà del 2014 i dati sono impietosi: il Comune di Alcamo è sommerso dai debiti fuori bilancio. Il dato allarmante è stato reso noto dal consigliere comunale Alessandro Calvaruso che da tempo sta portando avanti una battaglia contro questo pericolosissimo trend. Ci sono casi davvero limite: per la richiesta di un sinistro stradale di 2 mila e 500 euro si è arrivati a pagare oggi ben 14 mila euro. Non solo: molti di questi debiti9, secondo quanto certificato dal segretario generale del Comune Cristoforo Ricupati, avrebbe seguito un “percorso illegittimo”. In buona sostanza gli uffici hanno adottato un iter sbagliato che ha portato al moltiplicarsi o al riconoscimento di debiti non dovuti dal Comune. e intanto il cittadino paga e anche profumatamente. La situazione, in prospettiva, non sembra che migliorerà: dall’inizio dell’anno sino allo scorso aprile, sono salite a ben 26 le denunce per danni nei confronti del Comune, non solo per le strade sconnesse ma anche per la cattiva condizione dei segnali stradali, dei dossi artificiali, o contestazioni di multe dei vigili urbani ed ancora per ricorsi alle notifiche della vecchia Tarsu, la tassa sui rifiuti solidi urbani. Ce n’è una di richiesta in particolare che, se riconosciuta in sede civile, potrebbe creare non pochi problemi alle casse comunali. Riguarda una donna alcamese che ha chiesto un risarcimento danni record di ben 250 mila euro quantificati per danni fisici, biologici e morali. E’ caduta in terra a causa della disconnessione della sede stradale, posizionata subito dopo il marciapiede che delimita la carreggiata, ed era parzialmente coperta da un tombino dell’acquedotto che la delimitava. Il consiglio comunale da tempo invia tutte le carte alla procura della Corte dei Conti proprio per segnalare presunte irregolarità tecnico-amministrative.

Ad oggi si parla globalmente di circa 360 mila euro di richieste di risarcimento danni. Il numero di cause è destinato vertiginosamente ad aumentare rispetto allo scorso anno quando furono 49 le citazioni in giudizio dell’ente, di cui il 40 per cento di queste cause scaturiscono proprio da sinistri stradali. Condizioni questa che porterà in ogni caso, negli anni futuri, a debiti fuori bilancio che il consiglio comunale e la giunta dovranno riconoscere. Il caso dei debiti fuori bilancio esosi è già emerso in consiglio comunale tanto che il civico consesso ha attivato una commissione d’indagine in tal senso.

try something a little bit more dangerous but nothing too revealing
isabel marant sneakers German vs Japanese Hairdressing Scissors

7 unusual trends that outlook a fiscal fall
woolrich outletStyle at Zara Phillips Wedding