Alcamo, Courage: al via formazione per 25 aspiranti imprenditori

0
338

Partirà il prossimo 12 febbraio il corso di formazione per giovani aspiranti imprenditori nel settore sociale, attività prevista dal Progetto Courage, coordinato dal Comune di Alcamo. Venticinque i giovani che parteciperanno alle sessioni formative ad Alcamo, presso i locali del Centro Studi Banca Don Rizzo, sostenitore dell’iniziativa e dell’intero progetto insieme a Confindustria Trapani. Lo scorso 31 dicembre si è chiuso infatti il bando per i giovani aspiranti e, a seguito delle selezioni, sono appunto 25 le “idee” imprenditoriali che diventeranno un vero e proprio progetto societario, con il sostegno di Courage che offre l’opportunità di accedere ad una formazione qualificata  e di sviluppare la propria idea all’interno di un “incubatore”. Imprenditoria sociale, leggi e normative, fonti di finanziamentoregionali, nazionali ed europee e come accedervi, il budget, comunicazione e marketing: questi gli argomenti chiave che saranno affrontati nel periodo di formazione. Ad arricchire il programma didattico tre incontri tematici di approfondimento con esperti del settore: i dibattiti con l’imprenditore, l’esperto in finanziamenti Europei e quello in materia economica. Infine, dal 4 all’8 marzo, un momento di scambio e confronto: sarà ospitata una delegazione di giovani tunisini in visita studio. Le lezioni di quest’ultima settimana saranno svolte in lingua francese. Il progetto Courage realizza, infatti, nell’ambito del Programma di Cooperazione Transfrontaliera Italia-Tunisia 2007/2013, una partnership siculo-tunisina coordinata dal Comune di Alcamo, ente capofila, di cui fanno parte l’Asp 9 di Trapani e la Pro Loco di Castellammare del Golfo, mentre i partner tunisini sono due prestigiose e storiche associazioni: APEL (Association pour la Promotion de L’Emploi et du Logemente) e UTSS (Unione Tunisina di Solidarietà,. Courage è stato finanziato per un importo totale di 390 mila euro, ha una durata di 18 mesi ed è articolato in cinque gruppi di attività che saranno gestite dai partner di progetto. Sempre nell’ambito del Progetto sono stati recentemente attivati gli sportelli “Help Desk”, uno ad Alcamo ed uno a Castellammare del Golfo, con l’obiettivo di sostenere la creazione d’impresa, i giovani e il settore sociale fornendo gratuitamente consulenza e informazione.