Alcamo, cortei funebri sensibilmente accorciati. Dalla chiesa di San Francesco, solo pochi passi

0
1793

Già alcuni anni fa, sotto le gestione del sindaco Bonventre, il presidente del consiglio comunale di Alcamo dell’epoca, Giuseppe Scibilia, aveva avanzato al primo cittadino la proposta di abolire i cortei funebri, tradizione che nel corso degli anni era stata anche modificata. Una decina di anni fa, cambiamento sostanziale fu ad esempio quello dell’eliminazione della storica carrozza trainata da cavalli neri. Adesso, anche per il traffico veicolare divenuto ancora più caotico e pure per la realizzazione della pista ciclabile lungo il corso 6 aprile, tracciato che dovrebbe anche essere corsia di emergenza per vigili del fuoco, ambulanze e forze dell’ordine, la giunta guidata da Domenico Surdi non ha varato lo stop ai cortei funebri ma ha adottato una via di mezzo, una sorta di minestra semi-calda.

I cortei funebri non sono quindi aboliti ma dovranno fare percorsi molto brevi e con precisi punti di scioglimento. Le nuove disposizioni sono contenute nell’ordinanza della Polizia Municipale sottoscritta dal comandante Giuseppe Fazio. “Il provvedimento – dicono il sindaco Domenico Surdi e l’assessore alla mobilità sostenibile, Giuseppe Campo – deriva dall’esigenza di individuare i percorsi più agevoli per i cortei funebri, al fine di conservare la tradizione popolare dell’accompagnamento a piedi o in macchina del feretro e, contestualmente limitare il rallentamento della circolazione stradale”.

Nel dettaglio è stato stabilito che i cortei funebri dei funerali celebrati nelle chiese Sant’Oliva, Madrice e San Francesco scenderanno da corso stretto per sciogliersi in Piazza Bagolino. Per la chiesa di San Francesco si tratta davvero di una manciata di passi.  i cortei in partenza dalla Chiesa di San Paolo dureranno poche decine di metri e verranno sciolti, sempre in corso 6 aprile all’angolo con la via Dante. I funerali celebrati a Santa Maria potranno effettuare i cortei da Piano S. Maria fino alo scioglimento a piazza Bagolino passando da piazza della Repubblica, via Mazzini, piazza Ciullo e corso stretto. Dal Gesù  Cristo Redentore l’accompagnamento del feretro comincerà in via Kennedy e si concluderà alla rotonda Vittime di Nassirya mentre dal  Sacro Cuore si snoderà dal Viale Europa fino a via Narici per il cambio di corsia, quindi Via Vittorio Veneto e scioglimento all’incrocio con via Pietro Galati.

Dalla chiesa delle Anime Sante i cortei funebri imboccheranno Corso Generale Medici quindi Piazza De Carolis per sciogliersi in via Pia Opera Pastore. Dalla chiesa di San Giuseppe discesa da via Pietro Maria Rocca e scioglimento in piazza Pittore Renda. Soltanto due chiese hanno mantenuto la possibilità di sciogliere i cortei funberi nello storico punto all’angolo basso della via Veronica Lazio. San Francesco  Di  Paola e Sant’ Anna Cappuccini, divenute oramai unica parrocchia.