Alcamo-Controlli movida, multe salate a chi aveva bottiglie di alcolici

0
368

Primi controlli per il divieto di asporto di bevande di alcolici dai locali e prime multe ad Alcamo. Due giovani sono stati beccati nella notte tra sabato e domenica ad Alcamo con in mano delle bottiglie di alcolici. Una violazione dell’ordinanza recentemente emanata dal sindaco Domenico Surdi che costa caro ai trasgressori: ben 200 euro a testa per avere portato fuori dal locale l’alcolico all’interno della bottiglia in vetro. La sanzione è stata elevata dal comando della polizia municipale che nello scorso week-end ha fatto scattare dei serrati controlli nel centro storico per il contrasto alla movida selvaggia sulla scorta del provvedimento emanato dal primo cittadino che tra le altre cose vietava la vendita e il consumo di alcolici lontano dai locali e in bottiglie o lattine dalle 22 e sino alle 6 dell’indomani mattina. Uno strumento repressivo per evitare principalmente il problema dell’abbandono di bottiglie e di altri oggetti contundenti, fenomeno che nelle scorse settimane è stato fortemente avvertito con il Collegio dei Gesuiti, piazza Ciullo e le stradine del centro storico letteralmente inondate da questo tipo di rifiuti. In due casi dei ragazzi sono stati beccati ad aggirarsi per le strade della città con delle bottiglie di alcolici in mano. Sono dunque scattati i primi serrati controlli che comunque, a parte queste uniche infrazioni, non hanno fatto rilevare altre violazioni per ciò che concerne i controlli di competenza dei caschi bianchi. “Abbiamo trovato una grande collaborazione  anche nei giovani – sottolinea il vicecomandante dei vigili urbani, Giuseppe Fazio –. Per strada è stata rilevata la presenza di pochissime bottiglie e sono state raccolte e buttate nei contenitori dai giovani stessi quando vedevano le nostre pattuglie. E’ stato fatto un lavoro più di prevenzione che repressivo. Tanti che affollavano la movida non erano nemmeno di Alcamo e non sapevano dell’ordinanza. Abbiamo dato delle informazioni a riguardo”. Accanto ai caschi bianchi anche pattuglie della polizia che hanno sviluppato un lavoro coordinato: nelle prossime ore anche il commissariato cittadino renderà noto un bilancio dei controlli effettuati. “A parte le due multe non è stato rilevato altro – aggiunge Fazio -. E’ stato effettuato anche un controllo sugli esercizi commerciali sempre per la verifica del rispetto dell’ordinanza e non sono state evidenziate infrazioni sia per ciò che concerne la vendita di alcoli che per quello che riguarda le emissioni sonore”.