Alcamo, controlli a tappeto dei carabinieri

    0
    387

    Savino Capodivento, nella notte tra sabato e domenica, sia alla circolazione stradale onde prevenire le stragi del sabato sera, scoraggiando chi si mette alla guida dopo avere “alzato il gomito” o avere assunto sostanze stupefacenti sia ai locali pubblici.

    Ad Alcamo sono stati sanzionati amministrativamente tre gestori di locali notturni, responsabili a vario titolo di aver organizzato spettacoli musicali con somministrazione di alcolici senza le prevista autorizzazione, per violazioni delle norme igienico sanitarie e per la mancanza all’interno del locale dell’apposito apparecchio per la misurazione del tasso alcolemico, divenuto obbligatorio per legge per quei locali che somministrano bevande alcoliche la cui apertura si protrae oltre le ore 24:00.

    Durante i controlli alla circolazione stradale, inoltre, è stato denunciato a piede libero per guida in stato di ebbrezza con tasso alcolemico superiore a 0,8 g/l e sanzionato amministrativamente un ragazzo di 21 anni ed un uomo di 38, sorpresi alla guida dei propri veicoli in stato di alterazione psico-fisica per assunzione di alcool; in entrambi i casi la patente è stata ritirata ed il veicolo sottoposto a fermo amministrativo.

    Numerosi controlli anche relativamente al fenomeno del consumo delle droghe: sabato notte, i carabinieri della Compagnia di Alcamo hanno sequestrato alcune dosi di sostanza stupefacente per uso personale, tra marijuana ed hashish, e contestualmente hanno provveduto a segnalare al Prefetto, i soggetti fermati quali assuntori di sostanza stupefacente, che dovranno poi essere sottoposti ad un apposito programma di riabilitazione per chi fa uso di droghe.

    Sempre ad Alcamo, un 19enne è stato denunciato per il reato di violazione di sigilli, in quanto sorpreso alla guida del proprio veicolo già sottoposto a fermo amministrativo, ed, inoltre, a Castellammare del Golfo i Carabinieri della locale Stazione hanno denunciato a piede libero un rumeno sorpreso alla guida della propria auto con contratto e contrassegno assicurativo palesemente contraffatti.