Alcamo. Consiglio comunale Opposizione al contrattacco su acqua e Rsu

I dieci consiglieri comunali dell’opposizione non intendono più recitare il ruolo di semplici spettatori ma essere  coinvolti e messi a conoscenza dei problemi più urgenti della città di Alcamo. E’ questo il senso della richiesta di Mauro Ruisi (Abc ) e Ginò Pitò “Alcamo cambierà”, sottoscritta anche dagli altri otto consiglieri dell’opposizione, presentata al sindaco Domenico Surdi affinchè convochi una riunione del Consiglio sul problema dell’acqua e della raccolta dei rifiuti. Quest’ultimo problema, che ha interessato tutti i comuni siciliani, per il momento sembra superato. Per quanto riguarda le vicende della chiusura dei pozzi privati ad Alcamo, causati dal fatto che il Comune non ha reiterato la richiesta al Genio civile delle autorizzazioni scadute, ci sono molti aspetti che i consiglieri voglio che siano chiariti. E su tale vicenda all’attacco dell’amministrazione Surdi, il deputato dell’Udc, Mimmo Turano il quale sostiene: “Che questa giunta fa acqua da tutte le parti”. Ma il fronte delle polemiche è molto ampio una delle quali riguarda la presenza dell’eurodeputato Ignazio Corrao (M5S) alla riunione  della giunta sul problema dell’approvvigionamento idrico. Intanto ieri sera il consiglio comunale ha eletto le commissioni di consultazioni e studio. Della Prima che si occupa di Affari generali, del personale, arte, spettacolo, cultura e scuola, sport e turismo, problemi giovanili, solidarietà sociale , assistenza e beneficenza pubblica, igiene e sanità vi fanno parte: Maria Piera Calamia (M5S),  Vincenza Rita Norfo (Udc), Francesco Viola (M5S), Caterina Camarda (Abc), Giovanna Melodia (M5S) membro di diritto in quanto vice presidente del Consiglio, e Filippo Cracchiolo (Pd). Seconda commissione: Bilancio, programmazione, finanze, patrimonio contenzioso, affari legali, organismi partecipati, programmazione comunitaria, della quale fanno parte:  Mauro Ruisi (Abc) , Noemi Scibilia, Annalisa Ferrara e Vito Lombardo del M5S, Saverio Messana (Udc) e Anna Maria Allegro (Noi per Alcamo). Terza commissione: lavori pubblici, urbanistica e pianificazione del territorio: Francesco Dara (Noi per Alcamo), Gino Pitò (Alcamo cambierà), Filippo Salato, Laura Barone e Antonino Asta e Vittorio Ferro del M5S. Quarta commissione:  Giacomo Sucameli (Pd), Giovanni Calandrino (Sicilia futura), Rosa Alba Puma, Alessandra Cuscinà, Francesco Cusumano del M5S. Il numero della commissioni allo stato attuale rimane invariato poiché per la riduzione, e quindi per minori spese, occorre cambiare il regolamento comunale. Eletta anche la commissione elettorale, membri effettivi: Saverio Messana (Udc ) Vito Lombardo e Annalisa Ferrara del M5S.