Alcamo: Comune senza bilancio, Natale a luci spente?

0
377

ALCAMO – Macchina amministrativa sempre più in difficoltà al Comune dopo il colpo di mano del consiglio comunale del mese scorso che ha ridotto le aliquote dei tributi facendo saltare gli equilibri di bilancio. Dopo l’accertato sforamento del patto di stabilità prosegue l’assoluto congelamento di tutti i capitoli di spesa dell’ente che praticamente è ingessato almeno sino a che non sarà votato il bilancio che a breve dovrebbe approdare in consiglio comunale. A parte le spese essenziali per il funzionamento dei servizi comunali, tutto il centro economico municipale resta in stand-by e di conseguenza restano sospese molte attività collaterali che possono animare il territorio. I conti sono stati fatti quadrare soltanto con l’utilizzo dell’avanzo di amministrazione e per l’appunto attraverso l’azzeramento di alcuni capitoli, come quelli dedicati allo sport e alla cultura. Appese ad un filo le tantissime associazioni sportive e culturali della città, quindi, con il rischio anche che ad esempio il prossimo Natale sia per Alcamo desolante sul piano delle attività e degli eventi ricreativi e culturali. Si prospetta quindi l’ipotesi di un periodo natalizio malinconicamente a luci spente per la cittadinanza:.

L’assessore alla Cultura Selene Grimaudo però garantisce “battaglia”. L’azzeramento dei capitoli di bilancio inerenti alla cultura non è andato giù ed ancora oggi è evidente che non è stata metabolizzata la mazzata sul piano anche politico. Proprio per questo ha già annunciato che in sede di approvazione di bilancio e di nuova programmazione si batterà per ridare un po’ di respiro all’associazionismo culturale. La Grimaudo non nasconde affatto la sua delusione anche per la scelta fatta a suo tempo dal consiglio che ha fatto saltare i piani finanziari, così come le scelte degli uffici di azzerare uno dei capitoli collegati alle sue deleghe per far quadrare i conti