Alcamo, città “assediata” da polizia e vigili urbani

0
281

Alcamo stretta nella morsa dei controlli per tutto l’arco della giornata. Una quarantina di poliziotti sono al lavoro dall’alba di oggi nell’ambito di un piano straordinario dettato dalla Questura di Trapani: una decina le pattuglie utilizzate, provenienti per la maggior parte dal reparto di Prevenzione crimine di Palermo e Trapani. Al setaccio tutto il centro urbano, sia nel centro storico in senso stretto che nelle varie diramazioni. Un’operazione ad ampio raggio che ha come schema operativo lo stesso adottato con successo a Trapani e Marsala nelle scorse settimane. I controlli riguarderanno non solo la viabilità, e quindi il rispetto del codice della strada, ma anche il contrasto al degrado urbano, quindi il corretto conferimento dei rifiuti differenziati e l’eventuale individuazione di discariche abusive ed altri illeciti in questo versante. Accanto alla polizia hanno operato anche gli agenti della stradale e della polizia municipale, tutti coordinati per l’appunto dalla Questura trapanese con la disposizione capillare delle pattuglie operanti contemporaneamente nei punti cosiddetti sensibili della città, quindi dove è alta la possibilità che si possano verificare infrazioni. Le pattuglie hanno presidiato luoghi nevralgici come piazza della Repubblica, corso dei Mille, corso 6 Aprile, e le piazze Bagolino e Pittore Renda, oltre che altre strade che rappresentano snodi importanti per il traffico veicolare. Operazione che arriva in un periodo in cui le forze dell’ordine hanno intensificato i controlli anche negli orari notturni, specie nel centro storico alcamese interessato nei week-end dalla movida selvaggia. La presenza di pattuglie di polizia e carabinieri, oltre che la recente ordinanza del sindaco che restringe gli orari di vendita di alcolici e di emissioni sonore dai locali, ha permesso di frenare il fenomeno. Molte meno le infrazioni rilevate, addirittura nessun locale ha finora sgarrato nella vendita di alcolici oltre l’orario o nel superare i decibel della musica diffusa. Nelle ultime settimane oltretutto sono stati arrestati due giovanissimi pusher alcamesi, segnalati dai residenti del centro storico proprio alle forze dell’ordine.