Alcamo: centrato obiettivo economico per l’urbanistica

E’ notorio che le entrate comunali sono, quasi esclusivamente, rappresentate dagli incassi per pratiche edilizie, per pubblicità, per contravvenzioni e tasse. Mentre le ultime due sono avvertiti come fardelli ingiusti, le prime due sono pagamenti richiesti dal cittadino per i quali ha un ritorno economico, infatti in un caso realizza il sogno di costruire la sua abitazione, la sua attività o effettua un investimento e nell’altro pubblicizza un servizio, un prodotto o un’attività con l’obiettivo di aumentare il proprio reddito. Il Settore Urbanistica, per certi versi, secondo l’assessore Coppola, costituisce una sorta di “realizzatore di sogni”, infatti da una parte il cittadino sollecita l’iter approvativo e intende pagare prima possibile per realizzare l’opera e dall’altra consente la messa in moto dell’economia attraverso incarichi a tecnici, artigiani e commercianti, dando una mano all’attuale crisi.

Considerato ciò, l’assessore all’urbanistica del Comune di Alcamo,  Vincenzo Coppola, fin dall’inizio del suo mandato ha cercato di attuare uno snellimento burocratico, anche grazie alla creazione del Front Office ed alla rimodulazione di alcuni carichi ai dipendenti.

Ed a fronte di questo iter di semplificazione e velocizzazione delle pratiche di urbanistica, l’assessore comunica i dati a consuntivo dell’ anno 2014.

 

Il Comune di Alcamo, in base a dati comunicati, ha rilasciato per l’anno 2014: 245 Concessioni edilizie, 137 Concessioni in sanatoria, 191 Autorizzazioni; 106 Agibilità che, considerate 280 giornate lavorative e tradotti in produttività significa: una Concessione edilizia quasi ogni giorno, una Concessione in sanatoria ogni due giorni, una autorizzazione in un giorno e mezzo, una agibilità ogni due giorni e mezzo. Se consideriamo, continua Coppola,  che la stragrande maggioranza dei dipendenti comunali sono a tempo determinato e Asu il risultato acquista maggiore rilevanza.

Nella fattispecie economica il Bilancio 2014 prevedeva per Urbanistica e Suap l’incasso di un milione  di euro tra oneri di concessione, oneri di sanatoria, diritti di segreteria ed introiti dai parchi eolici, mentre, con soddisfazione dell’assessore sono stati incassati a consuntivo circa un milione  e200 mila euro, pari al 20% in più rispetto a quanto previsto. Il risultato, conclude l’assessore Coppola,  è stato ottenuto per la solerzia degli impiegati del settore Urbanistica e Suap, che si stanno prodigando per portare a regime il rilascio immediato di autorizzazioni e concessioni, per la grande disponibilità del Personale del settore a qualsiasi modalità organizzativa proposta dall’Assessore e dal Dirigente e, soprattutto, per la collaborazione dei Tecnici esterni. Domani, infine,  ci sarà un incontro tra l’Assessore, il Dirigente e tutto il personale per fissare gli obiettivi di produttività del settore che, con il Front Office a regime per l’intero anno e il Suap rinforzato da qualche unità, punterà a migliore le prestazioni, aumentare le entrate e favorire la ripresa economica.