Alcamo-Cavallo morde bimbo all’orecchio, paura a “Lo sperone”

0
1044

Di morsi di cani randagi le cronache ne sono piene ad Alcamo, così come nel resto del comprensorio. Da oggi però bisognerà fare attenzione anche ai cavalli. Ne sa qualcosa una famiglia di Partinico rimasta vittima della furia di un cavallo che ha avuto come sfortunato protagonista il loro figlioletto di appena 5 anni. Il bimbo si era avvicinato troppo al quadrupede che, pur essendo all’interno di una staccionata, è riuscito comunque a colpirlo. Un morso violento che ha provocato uno squarcio di parte della cartilagine dell’orecchio del piccolo. Probabilmente l’animale ha male interpretato qualche gesto del bimbo che pare volesse semplicemente dare da mangiare ai cavalli che stavano al di là del recinto. La reazione del cavallo è stata istintiva e al tempo stesso violenta, con il rischio anche di conseguenze ben peggiori se la parte di orecchio “azzannata” fosse stata del tutto tranciata. Una disavventura che si è verificata domenica scorsa, all’interno del noto ristorante, con annesso maneggio, de “Lo Sperone” di contrada Sasi ad Alcamo. Un luogo dove molte famiglie, soprattutto la domenica a pranzo, vanno con i propri figli proprio per stare a contatto con la natura e gli animali. Solo che questa volta non tutto è andato per il verso giusto e l’approccio tra i bambini e la natura, consigliato da molti esperti, ha avuto purtroppo un risvolto negativo. Un cavallo ha sferrato un morso ad un bimbo che si era avvicinato al recinto. Secondo una prima ricostruzione di alcuni testimoni che hanno assistito alla scena, il bimbo si trovava vicino ad un recinto al cui interno vi erano dei cavalli. Pare che il piccolo si sia chinato, forse con l’intenzione di prendere della paglia per darla da mangiare al cavallo. Un gesto che evidentemente non è piaciuto all’equino che quando ha visto il bimbo abbassarsi gli ha dato un violento morso ad un orecchio. Sono stati attimi di grande panico: un tranquillo pranzo è stato interrotto dalle urla strazianti di dolore del bimbo. I genitori, vedendo l’orecchio vistosamente sanguinante del figlio e uno squarcio profondo della cartilagine, hanno deciso di prendere l’auto dopo aver tamponato la ferita e correre verso l’ospedale di Partinico, distante poco più di una decina di minuti. Il piccolo è stato quindi trasportato al reparto di chirurgia dove l’equipe medica ha constatato i danni provocati e deciso di intervenire applicando diversi punti di sutura. Tutta l’operazione è durata poco meno di un’ora, con una prognosi finale di 7 giorni. Da vedere ora se la vicenda potrà avere degli strascichi con una possibile denuncia dei genitori nei confronti dei gestori dell’attività ristorativa.