Alcamo, Castellammare e Calatafimi: integrazione al Piano di Zona, 596 mila euro per 6 azioni

0
162

 

La Giunta comunale alcamese ha approvato la delibera di integrazione del piano di zona per il triennio 2013-2015 del distretto socio-sanitario n. 55 che comprende Alcamo, Castellammare del Golfo, Calatafimi Segesta e Asp n. 9 distretto sanitario di Alcamo. Il documento era stato precedentemente stato sottoscritto dal Comitato dei Sindaci del Distretto stesso. Il Piano di Zona è redatto ai sensi dell’art. 19 della L.R. 328/2000 “Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali”. In seguito alle “Integrazioni alla Linee guida per l’attuazione delle politiche sociali e socio-sanitarie 2013-2015” pubblicate sulla GURS n. 55 del 16 dicembre scorso, sono state ripartite le somme destinate ai Distretti Socio-Sanitari. Al distretto n. 55 sono stati destinati 596.256,31 euro. L’assessore alle Politiche Sociali del Comune di Alcamo, Nadia Saverino evidenzia «il Piano di Zona è lo strumento cardine che ci permette di intervenire su tutte le problematiche del sociale, alla luce di un’analisi delle dinamiche demografiche, si prendono in considerazione le differenti aree “povertà, anziani, dipendenze, disabili, immigrati, famiglia, minori e giovani rispetto sia agli indicatori della domanda che dell’offerta sociale” e si prevedono sei azioni di sistema per agire concretamente sul sociale ad ampio raggio». “Pandora” è il servizio di accompagnamento al lavoro (SAL) rivolto a cento cittadini del distretto (cinquanta ad anno per due anni), abili al lavoro che si trovano in particolari situazioni di disagio socio-economico. “Mondo incantato” è il centro socio-educativo distrettuale per minori rivolto a trenta giovani di età compresa tra i 6 ed i 14 anni con disagio socio-culturale, che sarà aperto dal lunedì al venerdì per tre ore al giorno nelle ore pomeridiane. “La casa del sole” è il centro di aggregazione per disabili che avrà sede a Castellammare del Golfo in un locale confiscato alla mafia. Previsto un servizio di trasporto per agevolare la frequenza degli utenti di Alcamo e Calatafimi Segesta. “Mosaico” è il servizio per l’implementazione delle politiche sociali distrettuali che svolgerà funzioni di supporto al Distretto nelle funzioni di promozione, programmazione e coordinamento nel sistema integrato di interventi e servizi sociali e socio-sanitari. Obiettivo in questo caso è potenziare l’ufficio di Servizio Sociale Professionale del Comune di Alcamo, comune capofila del Distretto n. 55. Previsto un assistente sociale e un operatore informatico esperto in rendicontazione. Un’altra azione è il servizio di voucher sociali denominato “La Rondine”, finalizzato a fronteggiare le emergenze di supporto del reddito di particolari categorie di soggetti deboli. Avrà la durata di 104 settimane e si stima che il numero probabile delle famiglie da assistere nel Distretto sia di 125 per un valore complessivo di voucher di 600 euro all’anno. Infine, “Help” è il servizio di supporto scolastico all’autonomia ed alla comunicazione per alunni disabili.