Alcamo: caldo torrido, la situazione ad Alcamo e Castellammare

0
423

Arriva il torrido caldo estivo anche nel Golfo di Castellammare: nella zona tra Alcamo e Castellammare del Golfo già da 24 ore il sole cocente si sta facendo sentire e la colonnina di mercurio si alzerà ulteriormente ancora nei prossimi due giorni, con i conseguenti rischi sulla salute che potrebbe colpire soprattutto la popolazione più anziana. Dopo un primo assaggio ieri, a partire da oggi è previsto un’ulteriore impennata delle temperature secondo le previsioni dell’Aeronautica militare. Analizzando Alcamo si scorgono situazioni ambientali sostanzialmente uguali un po’ in tutta la provincia: rispetto alla media però della zona del palermitano da oggi e sino a mercoledì si toccherà la punta massima delle temperature a 34 gradi, prevista per mezzogiorno di mercoledì prossimo. Poca onestamente la differenza con le aree del palermitano dove invece si arriverà ad appena un grado o massimo due in più. Andrà anche peggio nella zona di Castellammare del Golfo dove nell’arco delle prossimi 72 ore addirittura si arriverà a ben 36 gradi, previsti a mezzogiorno sempre di mercoledì. Sostanzialmente in questi due territori del trapanese si oscillerà costantemente attorno agli oltre 30 gradi nelle ore più calde del giorno, quindi tra mezzogiorno e le 18. Per trovare un po’ più di fresco bisognerà aspettare le ore serali o la prima mattina, comunque non si scenderà sotto i 22 gradi di Alcamo, mentre ancora una volta Castellammare si conferma più calda: qui non si scenderà oltre i 26 gradi. Puntuali scattano anche i consigli del ministero della Salute in previsione di questo innalzamento delle temperature. Ci sono alcune regole generali ed elementari, come ad esempio uscire di casa nelle ore meno calde della giornata, indossare un abbigliamento leggero e comodo, oppure adottare alcune precauzioni se si esce in macchina, tra queste non lasciare mai persone o animali, anche se per poco tempo, nella macchina parcheggiata al sole o quando si entra all’interno dell’abitacolo per prima cosa aprire gli sportelli per ventilare. Utile anche rinfrescare l’ambiente domestico e di lavoro ma non in modo selvaggio: per quanto concerne l’utilizzo dei climatizzatori occorre utilizzare alcune precauzioni: oltre a una regolare manutenzione dei filtri, si raccomanda di evitare di regolare la temperatura a valori troppo bassi rispetto alla temperatura esterna, quella ideale è di 25-26 gradi. Per quanto concerne l’alimentazione può aiutare molto a combattere il caldo: bere molti liquidi, mangiare molta frutta e verdura, non bere alcolici, fare pasti leggeri e porre attenzione alla conservazione domestica degli alimenti e dei farmaci.