Alcamo calcio, si dimette Perricone. Squadra momentaneamente a Messina

Christian Perricone

E’ durata soltanto cinque giornate l’esperienza di Christian Perricone sulla panchina dell’Alcamo. L’allenatore palermitano, che qualche anno fa aveva fatto molto bene al Partinicaudace, si era dimesso domenica scorsa, subito dopo la clamorosa batosta, 4 a 0., sul terreno del Fulgatore. La società bianconera ci ha riflettuto sopra alcuni giorni e ieri è arrivata la decisione. Dimissioni accettate e squadra momentaneamente affidata al preparatore dei portieri, Massimo Messina. Sarà lui domenica, al Catella contro il SuperGiovane Castelbuono, a guidare la squadra verso un indifferibile riscatto.

L’Alcamo, nonostante lo schiaffone nel derby con il Fulgatore, si torva a quota 7, a 5 lunghezze dalla vetta. Una squadra, quella di capitan Di Giuseppe, che aveva già cominciato a frenare la settimana precedente quando, con la doppia superiorità numerica, per oltre un’ora, non riuscì a vincere il match interno con il Partinicaudace. La società sta già cercando un altro allenatore che possa, al più presto, prendere il posto del dimissionario Perricone. Vero è che la squadra è stata ammessa in promozione in extremis, avrebbe dovuto fare la prima categoria, ma è altrettanto vero che in organico ci sono calciatori di sicuro valore e con molte richieste anche in Eccellenza. Probabilmente la chimica fra il gruppo squadra e Christian Perricone non ha mai funzionato appieno. Domenica si gioca la sesta di andata e c’è tutto il tempo per rialzarsi, risalire la china e provare a piazzarsi lì dove merita il blasone dell’Alcamo. Almeno un posto nei play-off. Poi il valore del Fulgatore, capace di rifilare una quaterna di reti ai bianconeri, non è certamente da buttare e quasi certamente, a fine stagione, i ragazzi trapanesi si ritroveranno nella prima metà della classifica.