Alcamo: boom discariche abusive pericolose

0
390

Piano straordinario del Comune di Alcamo per ripulire le periferie della città. Il Settore Servizi al cittadino ha stanziato una somma di 40 mila euro, extra-budget rispetto al capitolo inerente la raccolta rifiuti, per bonificare le discariche abusive. Se non tutte almeno alcune tra quelle più pericolose. Prioritariamente si interverrà nella discarica segnalata in via Giovanni Verga, in prossimità dell’accesso alla palestra comunale, dove sono stati abbandonati pericolosissimi recipienti in eternit. Con la somma a disposizione si andranno a bonificare altri siti sensibili. Tra le situazioni più pericolose segnalate dal Comune in questi giorni c’è la via Pietro Lombardo, dove sono stati abbandonati non solo rifiuti pericolosi ma anche ingombranti, come materassi, scaldabagni ed altro ancora. La presa di posizione del Comune scaturisce a seguito delle diverse segnalazioni relative all’abbandono di rifiuti contenenti amianto sul territorio comunale: “In ultimo quella relativa alla segnalazione di un recipiente abbandonato in via Verga – sostiene il funzionario delegato del Settore Ambiente, Elena Ciacio – in prossimità dell’accesso alla palestra comunale. L’abbandono di questo rifiuto desta non poche preoccupazioni nella cittadinanza, atteso che lo stesso è avvenuto in una zona dove sono ubicati diversi istituti scolastici e pertanto oggetto di passaggio continuo di alunni di diversa età, anche di alunni che frequentano la scuola primaria”. Secondo il Settore è opportuno intervenire tempestivamente per la rimozione dell’eternit e di tutti gli altri rifiuti della stessa tipologia abbandonati sul territorio comunale. Interventi del genere sono stati gestiti nel recente passato tramite l’Ato Trapani “Terra dei Fenici” spa in liquidazione come servizio aggiuntivo a quelli base offerti dal soggetto gestore della raccolta dei rifiuti. Il problema è che in questo momento di vacatio il Comune ha preferito agire in autonomia per accelerare i tempi di intervento: “E’ opportuno, per ragioni di celerità, – sottolinea la Ciacio – l’urgenza di intervenire, agire in autonomia affidando direttamente il servizio a ditta abilitata, in attesa che si concluda il passaggio di competenze sopra delineato”. Già specificatamente per la discarica di via Verga, e non solo, il personale tecnico dipendente dal Settore Ambiente ha effettuato un sopralluogo congiunto con personale incaricato della ditta Agesp spa di Castellammare del Golfo. Secondo il preventivo della ditta stessa la spesa sarà pari a quasi  mila e 500 euro. In particolare l’intervento programmato è quello di rimozione dei rifiuti abbandonati anche pericolosi (contenenti cemento amianto) sulla base di un prezzo unitario 1,35 euro al chilo, lo stesso prezzo praticato tramite l’Ato, per un totale di circa 2 mila e 300 chili da rimuovere.