Alcamo, arrivano gli arretrati: buste paga più pesanti per dipendenti Comune

0
1072

Il Comune si mette in linea con il pagamento delle indennità accessorie per dipendenti e contrattisti. Buste paga più pesanti da questo mese e sino a fine anno con gli arretrati dovuti per chiudere la partita delle incombenze relative al pagamento degli extra stipendio sino addirittura a settembre del 2018. Già a fine di questo mese nelle buste paga ci sarà il saldo delle indennità legate al 2017 ad eccezione della produttività che sarà pagata più avanti in attesa di chiudere la rendicontazione relativa proprio a questa voce. Saranno pagati anche la turnazione e reperibilità alla polizia municipale e sempre la turnazione al personale dell’acquedotto. Nella busta paga di ottobre invece sarà pagato tutte le indennità accessorie relative al primo semestre di quest’anno, quindi da gennaio a giugno e questo vale ovviamente per dipendenti e contrattisti. A novembre poi la busta paga conterrà tutta la produttività del 2017 spettante al solo personale dipendente, e a dicembre invece saranno pagati gli straordinari di luglio, agosto e settembre a tutto il personale che è sottoposto a questi orari extra ufficio. La manovra complessiva ammonta a circa 180 mila euro: “In questo modo – afferma il dirigente ad interim della Direzione 2 al Personale, Vito Bonanno – si vanno a superare i ritardi che si erano accumulati. Ci si mette in regola quindi con l’ultimo contratto decentrato siglato tra il Comune e le organizzazioni sindacali”. Almeno questo è il cronoprogramma che si è prefissato il dirigente che da poco è stato chiamato a capo dell’ufficio, essendo già segretario generale del municipio. Nei giorni scorsi era esplosa la polemica a distanza tra la Uil e l’amministrazione comunale con l’organizzazione di categoria a lamentare i ritardi per il pagamento di queste indennità accessorie. Per l’appunto il contratto decentrato sottoscritto prevede che la liquidazione di queste indennità avvenga trimestralmente. Erano state auspicato dal segretario generale della Uil Fpl Trapani, Giorgio Macaddino, immediate soluzioni organizzative per la direzione dell’ufficio personale. Risposte che evidentemente sono già arrivate anche dopo la diffida che lo studio legale incaricato dalla stessa organizzazione di categoria aveva indirizzato ai vertici del municipio alcamese: “Il personale è l’elemento determinante per il funzionamento di una pubblica amministrazione e per l’attuazione dei programmi della politica eletta dai cittadini – ha evidenziato ancora Macaddino -. Nessun servizio si può erogare e nessuna funzione può esercitarsi senza personale preparato, serio, responsabile e incentivato”.