Alcamo, arrestato un latitante

    0
    349

    Catturato, ieri pomeriggio, il latitante tunisino Abdessalem Hamdi, pluripregiudicato di 34 anni.

     

    L’uomo che era detenuto presso la Casa Circondariale di Trapani, dove stava scontando una pena a 12 anni di carcere per tentatoomicidio – nel 2006, a San Vito lo Capo, aveva infatti, tentato di uccidere l’ex suocero, l’ex moglie ed il fratello di lei, nonche la figlioletta di soli 4 anni, – lo scorso 10 agosto non aveva fatto rientro in carcere dopo un permesso ottenuto per buona condotta.

     

    Hamdi già in passato aveva riportato un’altra condanna a 8 anni di detenzione, per tentato omicidio: al culmine di una lite avvenuta nel 1997 a Castellamare del Golfo, aveva colpito un uomo, armato di coltello e bastone.

     

    Dalle indagini, avviate subito dopo la fuga, era emerso che l’uomo intendeva vendicarsi contro i suoi ex familiari.

     

    Con il coordinamento della Procura della Repubblica di Trapani (Proc. Agg.to A. Cartosio e Sost. M. Palmeri) Hamdi è stato localizzato nelle campagne tra Castellammare del Golfo ed Alcamo, dove poteva contare sull’aiuto di alcuni  pregiudicati.

    Dopo le perquisizioni dei giorni scorsi, era stato trovato un giaciglio, utilizzato di recente, in un casolare abbandonato nei pressi di un ovile nella disponibilità di un pastore castellammarese, Cristoforo Mangiapane di 42 anni, pregiudicato per reati contro il patrimonio.

    Ragion per cui, ieri, il Commissariato di P.S. di Alcamo, e gli investigatori della Sezione Criminalità Straniera,  hanno predisposto una serie di servizi di osservazione nelle campagne alcamesi, pedinando alcuni pastori sospetti e lo stesso Mangiapane, poi femato alla guida di un auto, intorno alle 16.30, nei pressi della stazione ferroviaria di Alcamo, mentre trasportava, appunto, Hamdi, immediatamente bloccato e tratto in arresto.

     

    Il suo accompagnatore, Cristoforo Mangiapane, è stato arrestato per il reato di favoreggiamento personale e condotto in carcere a disposizione dell’A.G.

     

    Ai due arrestati, nel corso della perquisizione personale, sono stati rinvenuti anche altrettanti coltelli di genere vietato. Per il porto delle armi sono stati deferiti alla Procura della Repubblica.

     

    (Nella foto: Abdessalem Hamdi)