Alcamo, arrestato altro corriere della droga: spacciava cocaina

0
3109

Arrestato ad Alcamo l’ennesimo corriere della droga. Questa volta a finire in manette Francesco Crisci, 33 anni, pregiudicato di Partinico. Si tratta del secondo partinicese beccato nell’arco di pochi giorni ad Alcamo con della droga, segno di un interesse economico illecito evidente tra i due territori limitrofi. Per Crisci, arrestato nella flagranza del reato, l’accusa è di trasporto e detenzione ai fini di spaccio. Nella sua disponibilità sono stati rinvenuti 20 grammi di cocaina tanti soldi ritenuti provento dell’illecita attività di spaccio. L’operazione porta la firma del commissariato di polizia di Alcamo che ha particolarmente intensificato i controlli sul fronte del contrasto allo smercio di droga che nella cittadina, specie tra i giovani, continua a scorrere a fiumi. L’ennesimo blitz degli agenti alcamesi prende spunto da una specifica operazione che mirava a focalizzare la propria attenzione nei confronti di soggetti conosciuti come assidui consumatori di sostanze stupefacenti di ogni genere. Da qui sono nati dei pattugliamenti effettuati in diverse strade del centro storico e della periferia durante i quali i sospetti si sono concentrati su un’auto, proveniente dalla statale 113, bretella che collega per l’appunto Partinico con la cittadina alcamese. Questo veicolo è stato notato per una manovra maldestra del suo conducente che si immetteva a velocità sostenuta in una stradina interpoderale che conduce nelle zone agricole del partinicese. All’alt intimato dalla polizia Crisci, che era alla guida dell’auto, ha cominciato ad effettuare delle manovre repentine di frenata e ripartita per poi arrestare definitivamente la sua marcia. Una volta bloccata l’auto i poliziotti di Alcamo hanno notato che il 33enne con un gesto repentino, che sperava passasse inosservato, si disfaceva di qualcosa gettandola a terra. Agli agenti però questa cosa non sfuggiva tanto da riuscire a recuperare quello che aveva gettato: si trattava in apparenza di un pacchetto di sigarette che però al suo interno conteneva della droga, per l’appunto la cocaina. Nel contempo è stata disposta la perquisizione dell’abitazione di Crisci dove sono arrivate ulteriori conferme. Dentro l’immobile sono stati rinvenuti un bilancino di precisione e l’apparecchio per il confezionamento sottovuoto. Addosso invece al presunto pusher partinicese è stata trovata una cospicua somma di denaro ritenuta provento dell’attività di spaccio. Per il giovane sono scattate le manette, l’autorità giudiziaria ha confermato l’arresto e applicato l’obbligo di dimora.