Alcamo- Acqua nel sottosuolo del cimitero SS. Crocifisso, arrivano conferme

0
456

Difficoltà e disagi  in vista per l’approvvigionamento idrico. Da morti si rischia invece che le bare finiscano per galleggiare o essere coperte dall’acqua. A questo punto, considerate le difficoltà per le soluzioni, si può provocatoriamente affermare che forse ad Alcamo avremo le palafitte al cimitero Santissimo Crocifisso per evitare che le bare vengano sommerse dalle acque sotterranee. Per palafitte s’intendono le capanne, i gruppi di capanne, il cui pavimento era sostenuto da pali infissi verticalmente sul fondo d’un lago, d’una palude, d’un corso d’acqua. Sulle palafitte potrebbero sorgere le chiese cimiteriali, tombe e altro. Per portare un fiore al defunto si possono utilizzare barche, canoe etc…Che nel terreno sottostante la zona dove è stato realizzato il Santissimo Crocifisso scorresse acqua in abbondanza ad Alcamo lo sapevano tutti. Terreni coltivati ad ortaggi, che necessitano di tantissima acqua. E che ci sia abbondanza di sorgenti sarebbe confermato, sempre che ce ne fosse bisogno,  dalla relazione geologica, consegnata, nei giorni scorsi al Comune. Ora si attendono provvedimenti, da oltre otto mesi sollecitati anche dal consigliere comunale Ignazio Caldarella, che ha capeggiato diverse delegazioni per incontri col commissario comunale, che si trova fra le mani questa patata bollente. Intanto monta la protesta di decine di alcamesi, che hanno acquistato i terreni per costruire i loculi e ora sono bloccati.  Montano i disagi di quegli alcamesi che hanno già realizzato loculi e tombe e vendono le bare quasi coperte dall’acqua. E’ emergenza al cimitero Santissimo Crocifisso, camposanto per la cui realizzazione, tra corsi, ricorsi, processi, etc… sono stati necessari quasi venti anni. Ma durante tutto questo periodo nessuno si è accorto di dove si andava a parare ? A pagare sono sempre i cittadini mentre sarebbe più che mai legittimo accertare se vi sono responsabilità per la situazione venutasi a creare al cimitero Santissimo Crocifisso, che avrebbe dovuto risolvere i problemi legati alla carenza di loculi. Giuseppe Maniscalchi