Alcamo. A Turi Simenti il premio Kiwanis club 2020

turi simeti silvana giacalone

Coniugare cultura e sport, ma soprattutto lavorare per la solidarietà sociale avendo come obiettivo primario la tutela dei minori. Questi alcuni degli eventi messi in campo, negli anni,  dal Kiwans club, che nel solco della nascita del club ad Alcamo, avvenuta nel 1981, ha conferito ieri sera il premio. Per l’edizione 2020, il consiglio, presieduto da Silvana Giacone ha attribuito il premio al pittore e scultore alcamese, che ha raggiunto fama internazionale. Si tratta di Turi Simeti,  che proprio oggi  compie 91 anni. Ad illustrare il percorso di Turi Simeti,  nel corso della manifestazione di ieri sera al Casale degli Aranci, l’artista e designer alcamese Giusy Ferrara. “Siamo davvero orgogliosi di conferire il Premio Kiwanis 2019-2020 – afferma la presidente Silvana Giacone  – ad un artista di cui tutta la città va fiera. Va ancora detto che la consegna del premio ha un sapore particolare perché celebrando l’arte, vogliamo manifestare il nostro sostegno e la nostra solidarietà a tutto quel mondo che va dalla pittura alla scultura, dalla musica al teatro, dal cinema alla poesia, allo sport. Cioè a tutto quel mondo, che per la pandemia ha vissuto e sta ancora vivendo un periodo di grave sofferenza”. Durante la serata riconoscimenti al calciatore sedicenne Gabriele Alesi, papà alcamese, mamma di Castellammare, astro nascente del calcio italiano. Titolare fisso nella nazionale Under 16 è il punto di forza della squadra giovanile del Milan. Alesi si è formato nella scuola calcio Adelkam Alcamo. Suggestiva la lettura del Contrasto di Cielo d’Alcamo, degli attori del Piccolo teatro: Carlo Suppa e Sarah Labruzzo, preceduta dalla lectio magistralis su Cielo tenuta dall’ex ministro Enza Bono Parrino.  Il Kiwanis ha  39 anni di attività ad Alcamo. Il primo premio del Kiwanis è stato conferito ad Alcamo a  Sabrina Gagliano, anno 1981, che espresse la volontà di donare i suoi organi. Cosa che fecero i genitori. Il personaggio principale della manifestazione è stato Turi Simeti. “Da Alcamo, alla fine degli anni ’50,  partì per Roma – ha raccontato Giusi Ferrara- per  far conoscere il suo talento artistico, che via via ha assunto fama internazionale. Vive e lavora a Milano, ma con la moglie viene spesso ad Alcamo per trascorre lunghi periodi nella sua villa di Alcamo Marina, dove forse trova nuove ispirazioni.  Le sue opere sono esposte nelle più importanti gallerie del mondo dove ha tenuto anche mostre”. Le foto che stiamo vedendo sono di Massimo Pipitone.  Durante la manifestazione, Silvana Giacone, ha illustrato il progetto da lei ideato:  “La giornata dell’ingegno”, presentato al Comune e accolto favorevolmente dal sindaco Domenico Surdi presente ieri sera all’evento col vice Vittorio Ferro. “L’iniziativa vuole rappresentare – dice Silvana Giacone – la celebrazione dell’operosità e del genio degli “artisti alcamesi ai quali il Kiwanis vuole dare l’occasione per far conoscere le loro opere esponendole al pubblico in appositi spazi aperti”. La “Giornata dell’ingegno, si terrà la prima domenica di ogni mese in spazi aperti messi a disposizione dal Comune”.