Alcamo, 250.000 euro per ‘storiche’ perdite d’acqua. Condotta fognaria allungata

Quella che era divenuta una perdita storica d’acqua, forse la più longeva fra quelle presenti sul territorio urbano di Alcamo, potrebbe finalmente essere eliminata e, speriamo, anche in maniera definitiva. E’ quella che puntualmente scorre, in occasione delle giornate di erogazione dell’acqua, nei pressi dell’abbeveratoio di via Porta Palermo, nella zona delle vie Fusinato e per Pietralonga. La giunta Surdi ha infatti approvato il progetto esecutivo di manutenzione straordinaria sulla rete idrica e fognaria comunale per un importo complessivo di 250.000 euro.

Le riparazioni alla rete-colabrodo si erano interrotte dopo che la ditta
Frustieri, che nel febbraio del 2019 si era aggiudicata il relativo accordo-quadro, aveva prosciugato in circa 18 mesi, con tantissimi interventi diposti dalla direzione 2 del Comune, i fondi che invece erano stati programmati per tre anni. “Abbiamo approvato un progetto di manutenzione – ha detto il sindaco di Alcamo, Domenico Surdi – che riveste un’importanza particolare per la distribuzione idrica; interverremo, infatti, sulla rete idrica di via Porta Palermo dove spesso si sono verificate delle perdite e si andrà alla risoluzione definitiva del problema”.

Il nuovo progetto appena approvato prevede anche, in via
Kennedy, un prolungamento di 400 metri della condotta fognaria con
conseguenti possibilità per i cittadini-utenti, di potere finalmente allacciarsi alla rete. Si tratta di un problema storico che riguarda una vasta zona di Alcamo, quasi interamente sviluppatasi abusivamente, e che mai ha ricevuto il necessario e dovuto piano di urbanizzazione.