Alcamese arrestato per tentato omicidio: raptus contro il malocchio

Si era convinto che una famiglia gli avesse gettato addosso il malocchio. A lei aveva dato ogni colpa per la malattia di cui è affetta la moglie. In un raptus di follia un anziano alcamese ha quindi deciso di “farsi giustizia”: ha preso la macchina, si è diretto verso l’abitazione in cui risiede questa famiglia portasfortuna e cerca di commettere una vera e propria strage. Con un coltello colpisce un uomo di 89 anni e la figlia di 57, poi con una pistola caricata a pallini in acciaio ha cercato di colpire l’altro figlio. Mattinata di follia quella di ieri a Marsala dove Mariano Impellizzeri, 79 anni di Alcamo, è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio. Proprio dalla cittadina alcamese di era catapultato sino a Marsala Impellizzeri carico di odio e follia. L’anziano è stato arrestato e identificato grazie alle testimonianze delle diverse persone che hanno assistito alla scena. Teatro dell’insano gesto contrada Madonna Cava Bufalata all’estrema periferia di Marsala. E’ qui che risiede la famiglia con cui Impellizzeri, a modo suo, pensava di avere un conto aperto. La causa scatenante di questa azione criminale avrebbe le sue radici in credenze popolari. Impellizzeri si era infatti convinto che le sfortune ed i problemi di salute della moglie malata fossero dovute a vecchie “fatture” che un’appartenente a questa famiglia marsalese gli avrebbe fatto anni fa. Con questo livore il 79enne alcamese si è presentato ieri mattina nell’abitazione di questa famiglia, ha uscito fuori un coltello con una lama lunga 15 centimetri e ha colpito padre e figlia. Poi ha tentato di darsi alla fuga con la macchina ma durante la manovra Impellizzeri è andato a scontrarsi contro un palo. A quel punto il figlio della vittima lo ha rincorso e gli ha strappato dal quadro dell’auto le chiavi ed ha seriamente rischiato di restarci secco. Infatti Impellizzeri dentro il veicolo teneva una pistola a gas con pallini in acciaio che non ha esitato a tirare fuori, fortunatamente però il colpo non è andato a segno. A quel punto sono intervenuti i carabinieri della stazione di San Filippo di Marsala che hanno fermato il 79 di Alcamo. Dopo essere stato medicato all’ospedale marsalese, per le ferite riportate al volto dopo l’incidente con l’auto, è stato arrestato. La vittima dell’accoltellamento di 89 anni ancora è in pericolo di vita. Le armi ritrovate (nella foto), coltello, pistola e pallini, sono state sequestrate.