Alcamese arrestato per droga, non è ai domiciliari. Ha un solo e datato precedente

In merito alla notizia dell’arresto di un alcamese di 52 anni, Claudio Patti, per spaccio e coltivazione di marijuana, il legale dell’uomo ha inviato alla nostra redazione alcune rettifiche a quanto contenuto nella nota-stampa diramata ieri dalla questura di Trapani. L’avvocato Massimo Gagliardo ha tenuto a precisare che il suo assistito, dopo il rito per direttissima, non è stato posto agli arresti domiciliari ed è a piede libero. Dovrà soltanto presentarsi alla PG tre volte a settimana.

Inoltre il legale ha aggiunto che il cinquantaduenne ha un solo precedente e per reati similari, risalente addirittura a ben 29 anni fa. La polizia, nell’operazione che aveva portato anche alla scoperta di alcune piante di canapa indica coltivate in casa, aveva anche proceduto a denunciare a piede libero sia la moglie che il figlio, rispettivamente di 48 e 24 anni, ritenuti coinvolti nelle attività illecite.