Aeroporto Trapani-Birgi: interrogazione del senatore Santangelo

0
317

“Bisogna porre fine all’inefficienze gestionali a vari livelli dell’aeroporto di Birgi”. Nuova interrogazione da parte del senatore trapanese Vincenzo Maurizio Santangelo sulle ultime vicende legate al mancato rinnovo del Cda della società Airgest, alla presunta mancata trasparenza della governance della società di gestione stessa, al mancato pagamento dell’accordo contrattuale sottoscritto con l’Airport Marketing Service Ltd, società esclusivista del marketing e della promozione web della propria attività di impresa attraverso il sito internet di Ryanair. Al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti il parlamentare ha chiesto di sollecitare alla Regione Sicilia, la convocazione dell’assemblea del Consiglio di amministrazione e pertanto il rinnovo del Cda, nel rispetto dei poteri di vigilanza attribuiti all’Enac, e eventualmente interessare l’Enac, visto il codice della navigazione, per verificare se la società Airgest S.p.A, ha amministrato e gestito secondo criteri di trasparenza e non discriminazione le infrastrutture aeroportuali. E chiede ancora al Ministro se intenda adoperarsi con urgenza, in ogni opportuna sede e anche presso la compagnia irlandese Ryanair, per la revisione del piano dei collegamenti con l’aeroporto di Trapani, già in precedenza assicurati, soprattutto in considerazione degli accordi in essere.

“L’importanza dello scalo aereo per il territorio trapanese è riconosciuto da tutti – commenta Santangelo – ma non si comprende il disinteresse, ma soprattutto l’inadempimento dei comuni nei confronti dell’accordo contrattuale firmato con AMS. Non si capisce perché i sindaci dei comuni aderenti al contratto, abbiano lasciato da solo il coordinatore dell’accordo Pino Pace, costringendolo a presentare le dimissioni. Mi chiedo– conclude il senatore del Movimento Cinque Stelle – dove sia anche il Sindaco di Trapani Damiano, capofila, della città maggiormente interessata dal buon funzionamento dell’aeroporto? Quali azioni intende prendere insieme agli altri sindaci, per scongiurare i problemi derivanti dall’eventuale abbandono di Ryanair, per i palesi inadempimenti contrattuali ?”