Abitazione a fuoco a Partinico, ustionato un nord-africano. Indagini dei carabinieri

Gravi ustioni su quasi il 50% del corpo. Versa in condizioni molto serie il nordafricano di 52 anni avvolto dalle fiamme che durante la notte, intorno alle 3, sono divampate nella sua abitazione. Sul posto, a Partinico, in via delle Capre, in una casa alquanto umile, sono accorsi i vigili del fuoco, i sanitari del 118 e le forze dell’ordine. Il malcapitato, ancora alle prese con le fiamme, è riuscito, sui suoi piedi, a lasciare la dimora prima di affidarsi ai soccorsi. Immediatamente accudito dai sanitari, è stata subito appurata la gravità delle sue condizioni a causa delle gravissime ustioni.

E’ stato trasportato al centro grandi ustioni del Civico di Palermo ed attualmente non sarebbe in pericolo di vita. L’incendio sviluppatosi ha quasi completamente distrutto l’abitazione di via delle Capre facendo anche crollare il tetto. I carabinieri, questa mattina, sono ritornati sul posto per un sopralluogo e per cercare di rintracciare il proprietario dell’immobile in cui viveva il nordafricano.

Non si conoscono ancora le cause del rogo che ha messo in ambasce, nottetempo, tutto il quartiere. Si pensa al solito mozzicone di sigaretta non spento o a fiamme accese dalla vittima chissà per quale motivo. Si tratta, comunque, di uno dei soliti drammi della solitudine. Il cinquantaduenne nordafricano, che uscito indenne dal rogo, aveva tentato in un primo momento di allontanarsi, viveva infatti da solo, in condizioni non proprio ottimali. Ogni tanto recuperava un po’ di denaro andando a lavorare, per poche giornate, nelle campagne partinicesi.

I carabinieri di Partinico stanno cercando di capire perché mai il nordafricano rimasto ustionato avesse cerato, in un primo momento, di allontanarsi. Dal sopralluogo di questa mattina poco sarebbe stato comunque rinvenuto a causa delle fiamme che hanno divorato quasi tutto.