500 mila euro dal Gal per Castello ed Enoteca di Alcamo

La convenzione è stata recapitata ieri mattina dal Comune di Alcamo. Destinatario il Gal Golfo di Castellammare, la cui sede è nella via Porta Stella. Lo stesso Gal col finanziamento concesso  di 500 mila euro darà la possibilità, come scritto nella  convenzione, di procedere al “consolidamento del Castello dei conti di Modica e alla funzionalizzazione dell’Enoteca regionale dell’area occidentale”. La convenzione ha come oggetto “Progetto enoteca” per “valorizzare e promuovere l’enoteca stessa”, il cui avviamento è avvenuto nel gennaio dello scorso anno quasi tre anni dopo l’emendamento inserito nella finanziaria regionale  del tre maggio 2019, prima firmataria Valentina Palmeri. Grazie a tale emendamento l’Enoteca regionale ha ottenuto contributi per 140 mila euro per mettere in campo varie iniziative: quali  la realizzazione di diverse attività di marketing, creazione e diffusione di materiale promozionale, degustazioni professionali, organizzazione e partecipazione ad eventi promozionali specialistici, workshop, meeting ed eventi per la promozione dei vino.

La Regione  ha concesso all’Enoteca il contributo così suddiviso: 60 mila euro per il primo anno, 40 mila per gli altri due anni (2022 e 2023). Un fondo da utilizzare quindi per far conoscere e incentivare la vendita di vini  dell’area occidentale, uno dei luoghi d’Italia dove si producono ottimi vini, dei quali gli alcamesi sono veri maestri. Intanto interrogativi, polemiche  e perplessità nei palazzi della politica e non solo per la  “Cena d’autore” di Stelle&Vini con lo chef stellato Tony Lo Coco del Ristorante I Pupi di Bagheria, tenutasi la notte di San Lorenzo, 10 agosto,  al Castello dei conti di Modica, il cui atrio si è trasformato in più occasioni in ristorante. Per la proposta gastronomica, attraverso sette percorsi dove, ad ogni portata, è stato abbinato un vino siciliano, il costo 120 euro a persona. Quindi a differenza anche degli scorsi anni per la notte di San Lorenzo in cui si celebra Calici di stelle, l’evento è diventato di nicchia e non c’è stata quella partecipazione di alcamesi che ha caratterizzato le precedenti edizioni. Insomma in pochi si sono accorti ad Alcamo di “Calici di stelle”. L’iniziativa, della cena a 120 euro a persona  è stata dell’Enoteca, ma la Siae (521 euro) per tale evento inserito in Calici di stelle l’ha pagata il Comune  (determina 181 del 4-8-2022)