Spaccio di cocaina ad Alcamo, arrestato giovane. Voleva apparire come semplice assuntore

0
3065

Era stato fermato e denunciato dai carabinieri di Alcamo, alcuni mesi fa, perché in possesso di alcune dosi di cocaina. Da quel momento è stato costantemente monitorato ed ora è stato arrestato.  In manette è quindi finito Rosario David,  trentunenne originario di Partinico ma residente nella cittadina alcamese. Il giovane ha diversi precedenti di polizia. Una minuziosa attività di indagine dei carabinieri ha permesso di accertare che David non fosse un semplice consumatore di stupefacenti ma anche un responsabile di cessioni di droga.

I militari di Alcamo, guidati dal capitano Giulio Pisani, sono riusciti a dimostrare che il trentunenne, tramite un grande numero di espedienti che gli consentivano di essere considerato a prima vista un semplice assuntore, era in realtà un attivissimo spacciatore che si serviva anche di alcuni uomini di fiducia, per concretizzare le cessioni dello stupefacente. Numerosi infatti sono stati gli episodi che i carabinieri hanno avuto modo di riscontrare.

Rosario David era solito accordarsi preventivamente con i vari acquirenti e, solo successivamente, con appuntamenti fissati in orari e luoghi sempre diversi, si incontrava con questi ultimi, effettuando la compravendita al dettaglio e consegnando piccoli quantitativi di droga volta per volta. Un’attività ben consolidata, un vero e proprio business con numerosi clienti affezionati, principalmente residenti ad Alcamo e di età compresa tra i 18 e i 30 anni. Tra febbraio e marzo i militari hanno avuto modo di accertare, in diversi episodi, tutte le accortezze utilizzate dal giovane nella sua attività; quest’ultimo, infatti, dava una sola dose di cocaina ad un’altra persona che, a sua volta, l’avrebbe poi dovuta consegnare all’acquirente finale. Con l’arresto di David viene così a crollare un importante punto di riferimento sul territorio di Alcamo per gli acquisti di cocaina.