320 dosi al PalaDangelo di Alcamo, apre anche Partanna. Arrivano Moderna e Janssen

320 somministrazioni nel primo giorno di funzionamento dell’hub vaccinale distrettuale di Alcamo. Un risultato oltre ogni aspettativa perché ieri, per la giornata inaugurale hanno funzionato soltanto tre delle sette postazioni allestite e uno dei due corridoi. Una media di 107 dosi a poltrona, vale a dire la possibilità anche di superare, a pieno regime, il range che era stato fissato dall’ASP a quota 700. Il Paldangelo, palazzetto dello sport finalmente rinato seppur pere fini sociali e sanitari, ha quindi riscosso unanimi consensi per come è stato allestito e adeguato a funzionale hub vaccinale.

Intanto questa mattina è stato inaugurato anche la nuova struttura realizzata, sempre dall’azienda alcamese CG Eventi, alla palestra di via Buonarroti a Partanna. Il nuovo centro ospita sei postazioni più altre otto dedicate al “check triage” e alle successive operazioni di check in e check out ed è in grado di effettuare circa 700 vaccini al giorno.

A disposizione della palestra partannese divenuta hub vaccinale c’è un ampissimo parcheggio, così come del resto anche al PalaDangelo di Alcamo. Intanto ieri è stata diramata una nota dalla Regione con cui è stato spiegato che le fasce d’età sotto i 60 anni potranno ricevere il siero AstraZeneca ma soltanto su base volontaria. I pronuciamenti Aifa ed Ema, infatti, lo consigliano soltanto per gli over 60.

In provincia di Trapani, al centro di raccolta e smistamento di eruice Casa Santa, sono arrivati nuovi carichi di vaccini. Si tratta di 2.100 dosi di Moderna e 1.000 di Jannssen, il siero prodotto da Johnson & Johnson che non prevede seconde dosi. In provincia di Palermo sono invece arrivati 23.200 vaccini Moderna e 3.000 Jannssen.