2021, centro-destra e Scala insieme. Papania da solo? Non escluso accordo giallo-rosso

Riprese a pieno regime le trattative politiche, ad Alcamo, in vista delle prossime elezioni amministrative, quelle che si terranno a primavera, moto probabilmente il prossimo mese di maggio. Il primo dato riguarda la conferma dell’idillio estivo fra Mimmo Turano, leader dell’UDC e assessore regionale, e Giacomo Scala, ex sindaco del PD ed ora responsabile provinciale di Italia Viva. Anzi ci sarebbe anche di più. L’esponente del governo Musumeci pare sia anche riuscito a battere alcune resistenze all’interno del cartello di centro-destra e quindi a fare accogliere l’ingresso nella coalizione dell’ex primo cittadino. Della possibilità, che appare sempre più concreta, se ne è parlato nel corso di un incontro, qualche giorno fa, al quale hanno preso parte oltre all’UDC anche Fratelli d’Italia, Diventerà Bellissima,
Lega e Forza Italia.

Nel giro di un mese, comunque prima di Natale, il gruppo che fa
capo a Giacomo Scala dovrebbe rivelare il matrimonio anche se, in ambito nazionale, il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, appare sempre più intenzionato a mantenere l’attuale appoggio al governo Conte, che di centro-destra certamente non è, fino al 2023. Ma se Scala venisse accolto all’interno della coalizione che attualmente sostiene la presidenza della Regione, che fine farebbero le rinnovate
ambizioni politiche dell’ex senatore Papania tramite il suo movimento VIA?

Il nuovo soggetto politicodell’ex parlamentare a Marsala, alle recenti amministrative, ha avuto un ottimo successo al fianco proprio del centro-destra. Ovvio che il ‘navigato stratega’ avrebbe voluto replicare l’accordo anche nella sua città. Il coinvolgimento di Scala rende però l’accesso di Papania alquanto tortuoso, se non impossibile. Fra l’altro anche qualcun altro non si sarebbe espresso con entusiasmo circa un’eventuale alleanza con Via. L’ex assessore regionale potrebbe quindi accettare la sfida e preparare due o tre liste per il consiglio comunale a sostegno di un candidato sindaco, si sussurra una donna.

Dall’altro lato, quello del centro-sinistra, sembra essersi molto affievolito l’entusiasmo per il Forum Civico. Il movimento potrebbe
risentire dell’attuale momento emergenziale ma anche dell’ingombrante presenza del PD. Intanto proprio domattina i democratici terranno, on line, l’assemblea regionale dei segretari di tutti i circoli cittadini cui prenderà parte l’alcamese Nicola Bambina. Barbagallo dovrebbe, in quella sede, dare delle indicazioni anche in vista della prossima tornata elettorale. Chissà che anche su Alcamo non possa replicarsi l’accordo giallo-rosso con i due partiti, PD e
Movimento 5 Stelle, che avrebbero già cominciato a parlarsi.