17 anni appena ma coraggio da vendere. Giovane alcamese salva 4 persone dal probabile annegamento

l'alcamese Vito Milazzo, 17 anni

Il mare molto messo di questi giorni, le tante buche createsi sui fondali e la forte risacca ha causato parecchi rischi e molti pericoli ai bagnanti del Golfo di Castellammare. In attesa che la capitaneria di porto si precipiti nei luoghi da dove sono partiti gli allarmi, dove ancora i comuni non hanno attivato il servizio di vigilanza e di salvamento, ci pensano giovanissimi e coraggiosi bagnini che, anche fuori dal servizio, rischiano la vita per salvare qualcuno che, avventatamente, stava facendo il bagno.

Così ieri nel tardo pomeriggio, ad Alcamo Marina, fra il Canalotto e la zona Aleccia, in un comune in cui ancora non è stato pianificato il servizio di salvataggio, Vito Milazzo di soli 17 anni e Riccardo Cangelosi, appena diciottenne, bagnini presso un lido in altra zona del litorale e quindi fuori dal servizio, hanno rischiato grosso per evitare l’annegamento di un ragazzo in forte difficoltà e poi anche di coloro che si erano gettati in mare per salvarlo.

Soprattutto il diciassettenne, spinto da un grande coraggio e da quella dose di incoscienza necessaria per diventare eroi, formatosi presso la sezione Alcamo-Castellammare dell’associazione nazionale di Salvamento, stessa scuola presso la quale ha conseguito il brevetto anche l’amico diciottenne, ha rischiato davvero tanto. I due stavano giocando al pallone insieme ad altri amici quando le urla provenienti dal mare hanno azionato il loro dovere.

Vito MIlazzo si è catapultato in mare mentre gli altri si sono posti alla ricerca di qualcosa o di una corda che potesse agevolare il salvataggio. Il ragazzo ha quindi portato a riva il giovane che stava annegando per poi ritornare indietro a salvare una coppia che si era tuffata un attimo prima per tentare il salvataggio. Centrato quest’altro risultato, Vito ha cercato di soccorrere il padre del ragazzo salvato. Gli sforzi fatti, le nuotate contro le onde, la fatica nel trascinare tre persone, hanno stremato il diciassettenne che però si è posto al fianco dell’uomo tenendolo a galla, consigliandolo e incitandolo a non mollare. Vito Milazzo era stremato. Poi sono arrivati il soccorso da Castellammare della Guardia Costiera e la spinta di un’onda amica. Vito e l’ultima persona, con l’aiuto di Riccardo, sono riusciti ad arrivare in spiaggia.