Un protocollo d’intesa tra l’Airgest e l’Azienda sanitaria provinciale di Trapani per l’assistenza sanitaria ai turisti atterrati all’aeroporto di Birgi, che necessitano di prestazioni per patologie croniche durante il loro soggiorno nel trapanese.

E’ il risultato di un incontro avvenuto oggi tra il commissario dell’ASP Giovanni Bavetta e il presidente della società aeroportuale Franco Giudice, accompagnato dal direttore Giancarlo Guarrera e dal consigliere d’amministrazione Daniela Virgilio.

“Volare in salute”, è lo slogan dell’iniziativa, che prevede un accesso facilitato per i passeggeri, attraverso una carta dei servizi,  alle prestazioni ambulatoriali nei distretti e nei sei ospedali della provincia.

“Offriamo a quei turisti, non solo italiani, che soffrono di patologie croniche e che hanno necessità di effettuare terapie periodiche – spiega Bavetta -, di non interromperle e di continuare a eseguirle durante il periodo della vacanza presso le nostre strutture, con un accesso agevolato alle prestazioni, che possono anche essere programmate prima della partenza. Penso alle categorie più fragili, come gli anziani, che è la fascia di turismo che più destagionalizza le proprie vacanze, ma anche ai bambini o alle donne in gravidanza, che potranno viaggiare sapendo di poter contare sulle loro terapie, effettuate secondo il proprio piano terapeutico personalizzato.  Non più quindi, come ora,  solo l’utilizzo delle nostre strutture e servizi da parte dei turisti per le emergenze che possono accadere durante una vacanza, ma anche la serenità di poter trascorrere un soggiorno che soddisfi i propri bisogni di salute come se fossero a casa loro”.

ASP e Airgest avevano già stipulato negli anni scorsi un protocollo riguardante le emergenze in aeroporto e l’assistenza psicologica ai passeggeri e ai loro familiari, cui ora si aggiunge la nuova offerta.

“Arigest partecipa con vivo interesse all’iniziativa – commenta Giudice – che offre un servizio innovativo ai passeggeri, in un campo come quello della salute ormai sempre più al centro dell’attenzione da parte del turista. Questo è uno degli strumenti che aggiungiamo  per migliorare l’offerta turistica in Sicilia”.

La redazione del nuovo protocollo sarà curata da un gruppo di lavoro congiunto coordinato dal direttore di Airgest e dalla responsabile degli Affari generali, contratti e convenzioni dell’ASP, Maria Scarpitta.

Share.
SHARE
OR
SCARICA LA NOSTRA APP