“Per le vie del borgo… La scuola racconta la scuola, nella storia la chiesa Madre si racconta”: è il progetto Unesco patrocinato dal Comune di Castellammare del Golfo e curato dall’istituto autonomo comprensivo “G. Pitrè- A. Manzoni”.  Due giorni in cui gli studenti fanno da guida in italiano ma anche in inglese e francese, ai cittadini e turisti che vorranno approfondire la conoscenza della città. «Una importante iniziativa educativa perché è un momento di crescita per gli studenti dell’istituto comprensivo “Pitrè – Manzoni” che sono già consapevoli del patrimonio storico che ci appartiene e lo promuovono con gli stessi cittadini, turisti e quanti vorranno conoscere la nostra storia, cultura e dunque identità -affermano il sindaco Nicolò Coppola e l’assessore alla Cultura Salvo Bologna-. Il progetto Unesco “Per le vie del borgo” conferma il valore della collaborazione tra Istituzioni». Un prezioso lavoro di ricerca e approfondimento storico, quello degli studenti, che prosegue, dunque, anche fuori dalle aule scolastiche. Con il supporto determinante, ovviamente, degli insegnanti e della dirigente scolastica Grazia Maria Sabella. Oggi pomeriggio, 6 giugno, alle ore 16,30, gli alunni della scuola media e delle classi quinte della primaria, aprono le porte del centro storico alla cittadinanza. Alle ore 19, nella piazza davanti il castello arabo normanno, la classe II A della scuola media si cimenta con una “Intervista immaginaria a Federico II” di A. Camilleri. Domani, mercoledì 7 giugno, nella chiesa Madre, alle ore 17,30, è prevista la conferenza “La chiesa Madre a 500 anni dalla sua fondazione”, a cura del professore Giuseppe Vito Internicola. Evento che sarà allietato dal coro della scuola media e dalle classi quinte della scuola primaria.

Share.
SHARE
OR
SCARICA LA NOSTRA APP