Oltre duemila votanti per “l’uovo più bello”, più di mille ticket venduti per le uova di cioccolata in sorteggio, migliaia di presenze ogni sera: sono alcuni degli ottimi risultati fatti registrare da “Pasqua in fiore”. L’associazione “4 Canti”, in collaborazione con il Comune Castellammare del Golfo ha dato vita alle quattro giornate dedicate alla primavera ed alla Pasqua con momenti di solidarietà, sport, laboratori, musica e degustazioni nel centro storico della città. Tante le adesioni al concorso “decora l’uovo”: all’apertura della kermesse, sono state decorate con estro ed originalità 37 uova di 60 centimetri, indicate con un numero, esposte e votate dai cittadini. Premi messi in palio dagli stessi commercianti per i vincitori: al primo posto si è classificato il n. 7, realizzato dai bambini dell’asilo nido “Giardino dei limoni”, secondo l’uovo n 15 di Antonio Crimi e terzo il n. 17 di Ada Navarra, Maria Puma, Antonia Colomba e Annamaria Crociata. Ai “quattro canti”, tra corso Garibaldi e Mattarella, un grande uovo ha indicato l’inizio del percorso nella zona pedonale con una trentina di attività che sono rimaste aperte sia la mattina che il pomeriggio negli stand in legno a forma di “casetta”. «La programmazione delle manifestazioni di primavera ed estate, che si concluderanno ad ottobre, è iniziata proprio con Pasqua in fiore -affermano il sindaco Nicolò Coppola e l’assessore alla Cultura Salvo Bologna-. Un riscontro estremamente positivo da parte dei tanti visitatori e dei partecipanti anche per lo spirito di collaborazione con cui commercianti e cittadini hanno reso possibile un programma ed una partecipazione importante». Un sistema di promozione del territorio già sperimentato con i mercatini di Natale e la festa del cioccolato. La presenza di Lindt, Fiasconaro e Caffarell che ha messo in palio un uovo, è inoltre un evidente indice di grande interesse da parte di ditte prestigiose. Soddisfatte le attività commerciali. «Dopo un periodo di fermo – affermano i componenti dell’associazione 4 Canti – è stata una boccata d’ossigeno per tutti». Ampia partecipazione dei bambini anche ai laboratori: quello curato dal “Giardino dei Limoni” – tra i lavoretti realizzati dai piccoli un cartellone di inno alla pace – quello della cioccolateria Stellino, il laboratorio dell’Avuls sui tradizionali “cannattuna” e la “Pasqua dello sportivo” dell’associazione Arte in movimento». La quattro giorni ha anche avuto dei risvolti sociali come la vendita solidale promossa dal movimento Carmelitano per sostenere la missione di Biagio Conte.

Share.
SHARE
OR
SCARICA LA NOSTRA APP