Una via di Castellammare per Gaspare Palmeri (nella foto), ucciso dalla mafia ventisei anni fa. Lo ha stabilito l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Nicolò Coppola che, su indicazione della commissione toponomastica, intitolerà a Gaspare Palmeri la via P/2, traversa della via Sandro Pertini, nella zona nuova della città. Gaspare Palmeri fu ucciso nel 1991 ma solo nel 2003 è stato riconosciuto come vittima innocente di mafia. Il 18 giugno 1991 Gaspare Palmeri, castellammarese, tecnico della forestale, fu ucciso in un agguato e lasciò la moglie e due figli: rientrava da Ficuzza con altre 4 persone dopo aver assistito ad una partita di calcio. Lui ed altre due persone furono uccise a colpi di mitra da un commando mafioso guidato da Giovanni Brusca ed una quarta persona rimase gravemente ferita. “É doveroso intitolare una via di Castellammare ad un cittadino vittima innocente della mafia -afferma il sindaco Nicolò Coppola-. La tragica vicenda è costata ulteriore sofferenza alla famiglia di Gaspare Palmeri, persona onesta che si è trovata al momento sbagliato con persone che non conosceva neanche. Fatto accertato con molto ritardo. Ma anche noi amministratori avremmo dovuto prestare maggiore attenzione al suo ricordo”. Lo scorso anno Libera di Don Ciotti organizzò al cimitero comunale la commemorazione per i 25 anni dall’uccisione di Gaspare Palmeri: “Abbiamo riflettuto sulla sua tomba davanti la moglie ed i figli di Palmeri,  Filippo e Giovanni – aggiunge il primo cittadino -. Ricordare il nostro concittadino significa tenerne viva la memoria così come merita una vittima innocente di mafia e rinnovare l’impegno di tutti contro la mafia che produce solo morte e impoverimento, sociale e culturale”.

Share.
SHARE
OR
SCARICA LA NOSTRA APP